Come giocare a Marafone Beccacino

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molti sono i giochi da tavolo utilizzando le carte, o da poker o quelle siciliane, e molti di voi non li conosceranno tutti e si limiteranno a giocare sempre ai soliti quattro giochi di carte conosciuti, che, a lungo andare, diventeranno parecchio noiosi. Quindi se cercate qualche gioco nuovo da fare con le carte, per passare un po' di tempo sotto l'ombrellone con i vostri amici, oppure per giocare nelle serate invernali, durante il periodo natalizio, vi consiglio il gioco di Marafone Beccacino. Vediamo insieme come giocare a Marafone Beccacino.

26

Occorrente

  • State attenti a dichiarare la briscola
36

Regole generali

Per giocare a Marafone Beccacino, è bene che sappiate, che si tratta di un gioco di carte da tavolo da poter svolgere in 4 giocatori. Il mazzo di carte che deve necessariamente essere utilizzato è il mazzo di carte spagnolo o quelle siciliano (le carte siciliane più famose sono della casa Modiano). Un mazzo di carte è composto da 10 carte per ogni seme, e i semi sono 4, oro, coppe, bastoni e spade. L valore delle carte segue la seguente gerarchia: 3, 2, asso, re, fante, donna, 7, 6, 5, 4. Le carte che vanno dal 7 al 4 sono chiamate le carte scartini, che nei seguenti passi viene spiegato il significato.

46

Regole sulla distribuzione della carte

Il gioco si svolge da 4 giocatori che però formano 2 coppie, infatti, ognuno dei giocatori si siede attorno ad un tavolo quadrato, e i giocatori che stanno uno di fronte all'altro formano una coppia. Tale sistemazione permette la giocata alternata tra le 2 coppie. Si dividono 10 carte ciascuno e si inizia dal giocatore che avrà tra le sue carte il 4 d'oro che dichiarerà il seme della briscola. Dopodiché può decidere che carta buttare e di norma si segue il segno della prima carta lanciata in quanto è la carta predominante e vince chi lancia la carta del valore più alto ed effettua la cosidetta presa raccogliendo le 4 carte che sono a terra. Se non si hanno carte dello stesso seme allora si può scegliere tra due alternative o buttare una carta di seme diverso tra quelle chiamate scartine, in quanto non hanno nessun valore, o buttare una briscola che vince sugli altri semi. Attenzione però, se un altro giocatore butterà anch'esso una briscola con un valore più alto, vincerà rispetto alla prima briscola lanciata.

Continua la lettura
56

Regole per contare i punti

Le carte hanno valori diversi e alla fine del gioco, ossia quando nessun giocatore ha più carte in mano, si devono contare i punti di ciascuna coppia. Quindi i due giocatori della stessa squadra uniscono le loro carte frutto delle loro prese vincenti e vanno a contare i relativi punti. Sappiamo che le carte dal 7 al 4 non hanno valore in quanto carte scartini, invece gli assi valgono un punto. Le dodici figure e i due e i tre, invece, valgono 1/3 di punto. La coppia che per prima arriva a 41 vince.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per dichiarare la briscola dovete contare quante carte avete di ciascun seme.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Briscola: regole di gioco e strategie per vincere

La briscola è un gioco popolare di origini antichissime, giocato in tutta Italia e di grande intrattenimento: basta avere con sé un mazzo e si può giocare con qualsiasi altra persona conosca le regole base. La sua semplicità ne ha fatto la sua fortuna...
Giochi da tavolo

Come giocare e vincere a briscola

Il gioco delle carte è uno dei costumi più importanti del nostro paese. Potete viaggiare per ogni regione del nostro paese e avrete sempre a che fare con carte magari molto caratterizzate dalla zona in cui vengono usate, ma sempre riferenti agli stessi...
Giochi da tavolo

Consigli e suggerimenti per giocare a briscola a chiamata

La Briscola "a chiamata" si presenta come una vera e propria variante della Briscola tradizionale. Il vantaggio di scegliere la versione " a chiamata" consiste nel fatto che al tavolo di gioco possono giocare 5 giocatori. Vediamo qui di seguito, alcuni...
Giochi da tavolo

Come giocare a Mythomakya

Gioco di carte adatto a tutti, consigliato addirittura a chi non ha esperienze preghresse di gaming e di giochi di carte non tradizionali. Mythomakya è, quindi, giocabile da qualunque tipo di persona, è un gioco leggero che riempirà piacevolmente le...
Giochi da tavolo

Come giocare a briscola in cinque

Sapevate che la parte più antica della tradizione ludica italiana si basa sulle carte da gioco? Sono innumerevoli le occasioni in cui ci saremo trovati con degli amici intorno ad un tavolo in un pomeriggio qualunque, quando proprio non ci va di uscire,...
PC

Come giocare a Misere

Se si sta pensando di organizzare una serata divertente a casa ed invitare qualche amico, non c'è niente di meglio di una bella partita a carte, che mette d'accordo tutti soprattutto durante le festività natalizie. Invece di fare i soliti giochi tradizionali,...
PC

Come Si Gioca A Bestia

Nella seguente guida vi illustrerò come si gioca a bestia. Bestia rappresenta un divertente gioco d'azzardo, ovviamente vietato nei luoghi pubblici. Il gioco, nacque inizialmente intorno al seicento ed aveva specifiche e determinate regole, le quali...
Giochi da tavolo

Come giocare a Whist

Il Whist è un famoso gioco di carte, che conosce particolare fortuna tra diciottesimo e diciannovesimo secolo. Ha origine in Gran Bretagna e la sua nascita affonda le radici in un altro gioco, chiamato Ruff and Honours. La storia illustre del Whist è...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.