Come giocare a Labyrinth

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Questo gioco per la famiglia è pensato espressamente per i fan del film cult omonimo (che, oltre ad annoverare un favoloso David Bowie tra i protagonisti, ha lanciato la bella Jennifer Connelly) e per tutti i nostalgici degli anni '80. Con la scusa di voler fare un regalo ai figli, sono i genitori stessi ad esserne incuriositi. Il gioco da tavolo contiene le 5 miniature da collezione, non dipinte, dei principali personaggi (Sarah, Sir Didymus, Bubo, Gogol e re Jareth). La dinamica del gioco non è affatto complicata. Si può giocare persino da soli! Notevole la realizzazione grafica, a cominciare dalla scatola che contiene il gioco. Tabellone e schede personaggi sono in cartone. Il primo, diviso in settori, raffigura sezioni del labirinto e della città dei Goblin. Le seconde sono buone ma hanno l'inconveniente di essere scritte un po' in piccolo. Come giocare a Labyrinth?  

26

Occorrente

  • 1 scatola di Labyrinth
36

Contenuto

Più nel dettaglio, la fornitura include, oltre al regolamento di gioco: l’orologio, 30 segnalini, 6 dadi di svariate forme e altrettante carte Riferimento, che riassumono le regole. E ancora, 4 pedine di cartone raffiguranti Titantang, fanteria, cavalleria e artiglieria, 4 schede Personaggio, 4 carte Capacità e 4 carte Debolezza (che andranno direttamente a complicare la vita ai personaggi, accrescendo la difficoltà del gioco). Sul tabellone vi sono rappresentati i luoghi del film, tipo la Gora dell’Eterno Fetore e il Castello di Jareth. Le 32 carte Labirinto catturano invece direttamente alcuni fotogrammi salienti, accrescendo l'atmosfera.

46

Le dinamiche del gioco

Gli esperti sostengono come si possa considerare una fusione fra il gioco dell'Oca e i giochi di ruolo a tema fantasy. Lo scopo dell'avventura è semplice: i giocatori dovranno collaborare per salvare il piccolo Toby. Ci saranno delle sfide da affrontare con la pedina del proprio personaggio, in base alla casella del tabellone a percorso circolare su cui si fermerà. Verranno messe alla prova la velocità, la forza e naturalmente l'acume di ciascuno. Ognuno dei personaggi ha infatti pregi e punti deboli. Per esempio, Sarah non è particolarmente forte. Nell'arco della partita ogni personaggio potrà ricorrere per una volta sola alle carte Capacità, in modo da avere un comodo "aiutino" per poter trionfare sulle
difficoltà.

Continua la lettura
56

Le fasi

Le fasi di gioco constano essenzialmente di due momenti: esattamente come nel film, si deve percorrere il labirinto, superando le sue trappole, per trovare l'ingresso alla Città dei Goblin. Successivamente, si tratterà di vincere la sfida contro i guardiani che sorvegliano il castello. Raggiunta la Stanza Sottosopra, si potrà finalmente sfidare il re Jareth.
La durata di una partita è di mezz'ora circa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' richiesta una certa conoscenza del film per superare le prove

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Regole per giocare al Labirinto Magico

Il "Labirinto Magico" ("Das Verruckte Labyrinth") è uno dei più popolari giochi da tavolo della Ravensburger ideato da Max J. Kobbert nel 1986; nel corso del tempo ha subito diverse riedizioni con formule e caratteristiche diverse. Il gioco base, che...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.