Come Giocare A La Quadriglia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il gioco delle carte, si sa, affascina da sempre giovani e meno giovani che lo ritengono un passatempo bello e coinvolgente soprattutto nelle serate invernali oppure in occasione delle festività "comandate" nelle quali la famiglia si ritrova al gran completo attorno ad un tavolo.
La Quadriglia, o Quadrigliato, è una variante del tresette. La differenza fondamentale sta nel fatto che mentre nel tresette i due compagni siedono uno di fronte all'altro, nella Quadriglia chi sta di mano chiama come suo compagno il possessore di un tre o, nel caso in cui li abbia già tutti e quattro, di un due. Naturalmente soltanto il successivo svolgimento del gioco, porterà i giocatori a sapere chi è il possessore della carta che è stata chiamata.
Siamo perciò in presenza di un gioco difficile ma nel contempo affascinante ed in grado di appassionare un vasto pubblico.
Vediamo dunque, nelle dritte che seguono, qualche indicazione utile su come giocare a la Quadriglia. Seguitemi passo passo e procediamo.

26

Occorrente

  • Un mazzo di carte piacentine
36

Il gioco si svolge come nel tresette e con la medesima disposizione: i "concorrenti" sono disposti a croce, uno di fronte all'altro. Le quaranta carte vengono smazzate dal mazziere, dieci per ognuno dei giocatori, distribuite in due successive tranche di cinque. La carta di maggior valore è il tre, poi il due, l'asso e dal dieci in poi le altre, in ordine decrescente.

46

Prima di poter tirare la carta e chiamare, il giocatore che è "di mano" deve aspettare per poter verificare che nessuno faccia quella che si chiama "sola" (da assolo), cioè non abbia le carte per poter vincere la mano da solo contro tutti gli altri, collezionando i canonici sei punti o più che sono lo scopo finale del gioco.
Se nessuno gioca da solo, il giocatore di mano tira la prima carta e chiama il compagno. Da questo momento prende avvio lo svolgimento della mano, la quale prevede la risposta obbligatoria al seme della prima carta tirata a seguito di ogni presa. Solo se un giocatore non ha da rispondere con lo stesso seme, può tirare la carta di un altro "segno".

Continua la lettura
56

Gli assi valgono un punto, le figure (dieci, nove e otto) un terzo di punto, come anche i due e i tre. L'ultima mano vale un punto aggiuntivo; vince la mano chi colleziona sei o più punti. Ciascuna mano prevede una posta in gioco stabilita in partenza la quale viene divisa tra i giocatori vincenti.
Così facendo, con un semplice mazzo di carte piacentine, si potrà mettere in campo un gioco avvicente all'interno del quale non mancheranno di certo i colpi di scena.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Il gioco è simile al Tressette e dunque di facile apprendimento!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Tris

Tra i giochi da tavolo più comuni e divertenti spicca senza ombra di dubbio il tris, un gioco semplice e simpatico che è possibile praticare in qualsiasi posto e circostanza, data la sua versatilità e semplicità. Il gioco del tris presenta tuttavia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.