Come giocare a Kamisado

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Invece della solita dama o partita a scacchi ecco l'alternativa giusta e piuttosto simile: Kamisado. Si gioca in due su di una scacchiera multicolore, dove l'abilità e lo scontro frontale dei partecipanti sarà lo svolgimento del gioco. Come intrattenimento non ha bisogno di dadi o carte, ma solo delle pedine ottagonali a forma di torre, meglio dette le Torri del Drago. Nel complesso, è divertente e coinvolgente, con regole semplici e partite da 20/30 minuti cadauna, ma non mancheranno le varie strategie da adottare per poter vincere. È un gioco prodotto nel 2008 e pubblicato dall'editore Oliphante. Il suo autore è Peter Burley e lo scopo principale del gioco è quello di posizionare una propria torre nella zona dell'avversario. Kamisado è formato da materiale resistente e piacevole da tenere in mano ed è alla fine un bel gioco da tavolo, molto colorato. E allora è arrivato il momento di vedere come giocare a Kamisado.

26

Occorrente

  • Scatola del gioco Kamisado e due giocatori
36

Preparare la scacchiera

Per iniziare a giocare a Kamisado bisogna prendere confidenza con la scacchiera che presenta tante caselle non nere e bianche, ma colorate con otto colori. Inoltre, tutti i colori si ripetono otto volte, e più precisamente una volta per colonna e per riga. Quindi, i giocatori dovranno posizionare le proprie Torri del Drago, che sono in tutto otto, nelle altrettante caselle della propria zona della scacchiera.

46

Muovere i primi passi

Dopo aver capito che ci troviamo di fronte ad una scacchiera 8x8, possiamo iniziare a muovere le prime torri; quindi ad ogni turno ecco una torre spostarsi in diagonale o in avanti di un numero di caselle utili e a piacimento. Non è ammessa la mossa in orizzontale e nemmeno quella all'indietro. Inoltre, non si mangiano le torri avversarie. Comunque sia, dopo la nostra mossa, la propria torre si posizionerà su di un colore che sarà lo stesso che l'altro giocatore può utilizzare nel suo turno. La vittoria spetta a colui che riuscirà a raggiungere per primo uno degli otto colori della riga di inizio dell'avversario.

Continua la lettura
56

Trasformare la torre vincente

Quando un giocatore vince una partita ha il diritto di trasformare la propria torre del drago nella Torre Sumo posizionando sulla cima del pezzo un bel dentino di drago. Queste torri però sono limitate nei movimenti, infatti si potranno spostare di sole cinque caselle se possiedono un dente, oppure tre caselle con due denti e una sola casella con tre denti. Fortunatamente, le stesse possono effettuare una "spinta" e vincendo con questo tipo di torre si ottengono punti doppi. Ma non basta, perché c'è un'altra modalità per divertirsi ancor di più a Kamisado, dato che presenta lo stesso gioco a più partite consecutive.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Kamisado si consiglia sia per grandi che per piccini

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a The Republic of Rome

The Republic of Rome è un gioco da tavolo. Come tutti i giochi da tavolo, anche questo è un gioco di società che unisce gli amici che vogliono stare a casa una sera in compagnia. Come giocare è piuttosto semplice se si seguono le regole del gioco....
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.