Come giocare a Intrigo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Intrigo è un gioco da tavolo relativamente recente (2010), fruibile dai tre ai quattro giocatori. Non molto noto al grande pubblico e agli appassionati, presenta meccaniche basilari, pur in un'ambientazione e in una trama ben congegnate. Il fulcro del gioco è costituito dalle carte, tanto che non esiste alcuna plancia (le carte ne prendono il posto). Vediamo dunque brevemente come giocare a Intrigo!

26

Le caratteristiche del gioco

La parte più affascinante di Intrigo è certamente l'ambientazione. Il contesto è quello della Repubblica di Venezia, con gli affari dei dogi e delle potenti casate veneziane veramente esistite. La durata media di una partita è di 45-60 minuti; ogni azione condiziona le scelte degli altri partecipanti e questo aumenta le considerazioni tattiche sul gioco. Alleanze, cospirazioni, intrighi appunto: tutto questo contribuirà a farvi vincere. Proprio per il ruolo centrale del giocatore, l'aleatorietà è piuttosto bassa, vincolata solamente alla distribuzione delle carte.

36

La grafica

Un altro aspetto su cui non si può tacere è la bellissima grafica di Intrigo. Già a partire dalla scatola, il gioco si caratterizza per una linea e uno stile personalissimo, che lo differenziano dagli altri giochi da tavolo. I colori sono ricchi, "carnevaleschi", con un pizzico di barocco che non stona affatto e non scade mai nell'eccesso.

Continua la lettura
46

Le componenti

Nella scatola, di modeste dimensioni (si pensi ad altri giochi come Citadels), troverete pochissime componenti, sebbene molto curate nei dettagli. Divisa in due scompartimenti, la scatola contiene: le carte; i segnalini, inseriti in un sacchetto di tela nero; i ducati e i sigilli.

56

La preparazione e la struttura

Innanzitutto si costruisce un quadrato di cinque carte-portico per lato, alternate alle carte-sigillo: tra uno spazio e l'altro deve potersi inserire una carta-intrigo. Su ogni carta si pongono ducati e sigilli. I primi servono per ottenere carte-influenza; i secondi servono proprio per vincere: infatti, ottiene la vittoria chi ne conquista quattro dello stesso genere, oppure cinque diversi tra loro. Ogni giocatore prende quattro carte-intrigo: ne trattiene una e concede le altre tre all'avversario di sinistra, il quale a sua volta ne seleziona una e cede le due restanti. A quel punto inizia il gioco: ogni carta-intrigo ha uno specifico valore, per cui posizionandola negli spazi tra le carte-portico e le carte-sigillo, potrà ottenere o meno la riuscita del proprio intrigo.

66

Le altre considerazioni

Come avrete notato, le meccaniche sono semplicissime e vincolate alle carte: alla lunga questo può rendere il gioco un poco monotono, ma se siete appassionati di strategia e trame contorte, allora Intrigo fa al caso vostro. Ultima nota: il prezzo è relativamente basso, paragonato alla media dei giochi da tavolo, e comunque bilanciato rispetto alla proposta del prodotto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a 3 Kings

In questa guida, passo dopo passo, spiegherò come giocare a 3 Kings. Si tratta di un gioco da tavolo che prevede l'utilizzo di apposite carte, è abbastanza complesso, ma al tempo stesso divertente. In 3 Kings tutti quanti i giocatori interagiscono di...
Giochi da tavolo

Come giocare a Dominion Nasce un Regno

Tra i giochi da tavolo di tipo deck building (giochi in cui è necessario costruire un mazzo di carte) più famosi in assoluto, troviamo Dominion. La particolarità di questo gioco di carte è che è composto da due set base, Dominion e Intrigo, più...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.