Come giocare a I Principi di Firenze

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

I "Principi di Firenze" è un gioco da tavolo che vede la luce nel 2000 e riscuote subito un notevole successo. Il tempo medio di durata di ogni partita è calcolato intorno ai 90 minuti e i giocatori coinvolti variano dai 2 ai 4. Data la sua diffusione su larga scala, che avviene in breve tempo, il gioco viene tradotto in più lingue, tra cui anche l'italiano. L'ambientazione storica è accurata ed affasciante. Come potrete immaginare ci troviamo a Firenze, voi vestirete i panni di una famiglia aristocratica fiorentina del periodo rinascimentale. Gli elementi in gioco sono pochi e semplici, ma non per questo meno accattivanti. Vediamo quindi come giocare a I Principi di Firenze.

24

In che consiste i Principi di Firenze

Essendo voi discendenti di un'aristocratica famiglia fiorentina del rinascimento, sarà vostro compito dirigere i lavori di costruzione, restauro e manutenzione dei vostri possedimenti. Come anche vorrete costruire bellissime opere d'arte per cementare il vostro lustro e lasciare un segno tangibile del vostro passaggio ai posteri. Sarà vostro compito quindi assumere costruttori, artisti e studiosi, tutti al soldo della vostra pregevole famiglia di mercenari. Gli ementi di gioco sono per lo più delle aste e delle tessere da piazzare. La grafica e i materiali utilizzati sono ben fatti, forse un po' il gusto può dirsi datato nel tipo di scrittura utilizzato per tracciare le linee guida della trama del gioco e guidare i partecipanti verso le sfide e la vittoria. Lo stile scrittorio è, infatti, esattamente come lo state immaginando: molto svolazzante e leggero, quasi frivolo, delicato, scritto con il pennino antico. Ma anche questo fa parte del gioco e del suo fascino.

34

Svolgimento del gioco

Ad ogni giocatore viene distribuito l'essenziale per giocare: carte del mestiere, un sunto del regolamento e di ciò che è necessario fare, una griglia quadrettata su cui posizionare edifici ed opere acquistate. Ad ognuno, in più, vengono elargiti 3500 fiorini, oltre ad un segnalino personale e ad un marcatore punti vittoria. Il giocatore pesca inoltre 4 carte Mestiere e ne sceglie 3. Queste saranno il centro vitale del gioco. Quando giocherete le carte, il loro valore aumenterà esponenzialmente se su di essere saranno riportati i valori (terreni, case, opere d'arte) che voi avete già precedentemente accumulato entrandone in possesso. Quindi costruire e comprare, in questo gioco, non può che portarvi vantaggi!

Continua la lettura
44

Conclusioni sul gioco

>Il tempo di gioco è adeguato e si mantiene sotto i 30 minuti circa. Il regolamento è chiaro e dettagliato, sopratutto perché ogni giocatore ne possiede uno stralcio sintetico che si sarà utile durante la partita. Nonostante questo, sarà inevitabile, come in ogni altro gioco, che il giocatore più esperto abbia la meglio sul meso esperto e sappia muoversi con maggior serenità.
È un gioco classico, decisamente da provare. Qualche piccolo neo nelle dinamiche ludiche è rintracciabile, ma non saranno queste piccolezze a rendere meno godibile I Principi di Firenze, che consigliamo di provare.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Comuni

Comuni è un gioco ambientato nell'Italia medievale proprio quando il Rinascimento portò ad uno sviluppo artistico e culturale che partì da Firenze e si diffuse in tutta Europa. Simbolo di questo periodo sono i Comuni, che a partire dall'anno 1000...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.