Come giocare a Game of Thrones

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

"Game of Thrones", tradotto in Italia come "Il Trono di spade", è il titolo di una serie di romanzi fantasy scritti da George R. R. Martin che in tempi recenti è stata trasformata anche in una serie televisiva di grande successo. Prima però che esordisse il telefilm i romanzi erano diventati anche un gioco da tavolo di strategia e tattica. La prima edizione del gioco ideato da Fantasy Flight Games è del 2003; nel 2011 ne è stata pubblicata una seconda edizione. Entrambe sono arrivate anche in Italia distribuite da Giochi Uniti. Il gioco da tavolo si basa sui personaggi e le casate dei libri ed è molto intrigante e ben fatto: ecco come giocare a Game of Thrones.

26

Il contenuto della scatola

Una volta aperta la scatola di gioco, al suo interno si trova un tabellone che rappresenta il continente di Westeros, quello in cui sono ambientate le vicende di Game of Thrones. Vi sono inoltre diversi mazzi di carte e i segnalini. Non vi sono dadi poiché non sono necessari ai fini del gioco.

36

La scelta della casata

Il gioco è adatto ad un numero di giocatori variabile, da un minimo di 3 ad un massimo di 6 giocatori. Ogni giocatore deve interpretare una delle casate che si contendono il Trono di Spade su cui siede il sovrano di tutti e sette i regni di Westeros. Le casate sono Baratheon, Lannister, Stark, Greyjoy, Tyrell e Martell. Se i giocatori sono meno di 6 alcune zone del tabellone vengono chiuse per rendere più equilibrato il gioco.

Continua la lettura
46

La preparazione del gioco

Prima di iniziare a giocare è necessario preparare il tabellone. Dopo che il giocatore ha scelto la sua casata, recepisce anche i segnalini Ordine, le Unità, i segnalini Potere (5) e le carte Casata. Le Unità vengono collocate sulle zone di partenza di competenza della casata. Si posizionano inoltre i segnalini Scorte e i Punti Vittoria, e infine si mescolano i tre mazzi Westeros e il mazzo delle carte Bruti.

56

Lo svolgimento del gioco

Il primo turno è detto fase Westeros. In questa fase ogni giocatore pesca una carta Westeros da ognuno dei tre mazzi e può: aggiornare le scorte, aumentando il numero dei soldati che può schierare; reclutare nuovi soldati; procedere allo scontro di Re sfidando gli avversari. Seguono la fase di pianificazione e la fase di azione: in fase di pianificazione si posizionano i segnalini Ordine (incursione, marcia, difesa, supporto e consolidamento); in fase di azione si risolvono le azioni.

66

Lo scopo del gioco

Lo scopo del gioco è che un giocatore riesca a conquistare il numero maggiore di Fortezze o Castelli in 10 turni di gioco; oppure vince chi conquista 7 Castelli e Fortezze prima del decimo round. Alla fine il giocatore che raggiunge uno di questo due obiettivi può sedere sul Trono di Spade e ha vinto il "gioco dei troni".

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

I migliori giochi da tavolo a tema Game of Thrones

Game of thrones si presenta come la serie più popolare del momento; tratta dai best seller di George Martin, è una saga fantasy medievale ormai entrata nella storia dell'intrattenimento. Da questo fortunato prodotto hanno creato numerosi articoli a...
Giochi da tavolo

Come giocare a Game of Trains

Game of Trains, in italiano "Gioco di Treni", è costituito da un mazzo di ottantotto carte. Tali carte si distinguono in due tipi: carta locomotiva (ve ne sono quattro in tutto) e carta vagone (ogni carta vagone è caratterizzata da un numero, che va...
Giochi da tavolo

Come giocare a The Checkered Game of Life

Il "Gioco della Vita" ideato nel 1860 da Milton Bradley, brillante imprenditore americano versato nel settore dei giochi da tavolo, è stato elaborato con finalità non solo ricreative ma anche etiche. Esso trasmette, infatti, un insegnamento fondamentale:...
Giochi da tavolo

Come giocare a The Game Of Life

Si tratta di uno dei giochi di società più antichi della storia, il gioco risale infatti al lontano 1861 ma ancora oggi, nonostante l'avvento della tecnologia che ha un po tolto la gioia dei giochi da tavola, riscuote un notevole successo perché si...
Giochi da tavolo

Come giocare a Crash! The bankrupt game

Come giocare a Crash! The Bankrupt game? Crash! È un gioco amato da centinaia di fan in tutto il mondo. Questo spassoso gioco da tavolo è un prodotto made in Italy, infatti il gioco è stato ideato da Giacomo Sottocasa nell'anno 2003. L'artista che...
Giochi da tavolo

Come giocare a The Game Extreme

The Game Extreme è un gioco da tavolo abbastanza semplice da apprendere e che ha riscosso un discreto successo. Come molti sanno, esso rappresenta la nuova versione del precedente e famoso The Game. Pur mantenendo sostanzialmente lo stesso funzionamento...
Giochi da tavolo

Come giocare a Manner Tofu Chopstick Game

Manner Tofu Chopstick Game è un gioco davvero insolito, proveniente dall'Oriente e ancora poco conosciuto nel nostro Paese. I giocatori possono essere al massimo due, ma si può benissimo giocare in solitaria. La cosa più divertente da fare è sfidarsi...
Giochi da tavolo

Come giocare a Chopstick Manner Oden Nabe Game

Chopstick Manner Oden Nabe Game è un gioco proveniente dalla cultura giapponese, rivolto ai bambini più piccoli. Non è solo divertente, ma è anche in grado di sviluppare le capacità di coordinazione e di movimento dei bambini e insegna loro come...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.