Come giocare a Elfenland

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Elfenland è un gioco da tavolo interessante sotto tutti i punti di vista. Lo stesso è ambientato nelle lande elfiche e ci si dovrà quindi calare nel ruolo di giovani e simpatici elfi pronti a tutto pur di superare le varie prove a cui saranno sottoposte, andando a visitare le città degli avversari. Il gioco in questione è per un minimo di due giocatori sino ad un massimo di sei. In questa guida, passo dopo passo, dirò come giocare.

24

Materiale del gioco

Si inizia con il prendere la confezione di Elfland, predisponendo il piano di gioco con tutto il relativo materiale, che prevede, tra le altre cose, diversi tipi di carte, alcuni tipi di segnalini, nonché tre espansioni, di cui due grandi ed una più piccola. Il materiale di gioco dovrà essere stabilito in base al numero effettivo di partecipanti ad Elfland.

34

Svolgimento di una singola partita

Per ciò che riguarda lo svolgimento di Elfland, va detto che bisogna sempre e comunque fare riferimento alla mappa di gioco. In essa vi è quindi il regno degli elfi con ben venti città. Prima che inizi una partita, ciascun giocatore dovrà posizionare un cubetto del proprio colore su ciascuna città, tenendo presente che andrà a recuperarlo non appena l'avrà visitata, di modo che potrà orientarsi al meglio sul prosieguo dell'itinerario. Osservando bene la mappa, si noterà che le città risultano essere collegate non soltanto da strade, ma anche da fiumi e laghi, nel caso di quest'ultimi, si dovranno seguire apposite rotte. Tutti i giocatori dovranno partire con il proprio elfo e riceveranno in dotazione un apposito segnalino che rappresenterà un ostacolo durante il percorso. Inoltre, i giocatori medesimi riceveranno delle apposite tessere che fungono da trasporto che dovranno restare coperte durante la fase di gioco. Dette tessere, una volta scoperte, saranno utili per un tragitto più agevole in direzione di una determinata città. A queste tessere si devono aggiungere delle carte viaggio. La partita prosegue poi con una seconda fase, in cui si piazzeranno le carte trasporto su strade libere e detta fase terminerà quando i segnalini saranno terminati o tutti saranno passati. L'ultima fase della partita, ossia quella inerente al viaggio, i giocatori faranno circolare i propri elfi facendogli visitare tutte le città alle quali riusciranno ad arrivare.

Continua la lettura
44

Conclusione della partita

Ciascuna partita di gioco, con le relative fasi, andrà svolta per ben quattro volte. Vincerà Elfland colui che avrà fatto visitare al proprio elfo più città possibili, determinate dal conteggio dei cubetti. Se si dovesse verificare la parità, vincerà colui che sarà rimasto con più carte viaggio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Tris

Tra i giochi da tavolo più comuni e divertenti spicca senza ombra di dubbio il tris, un gioco semplice e simpatico che è possibile praticare in qualsiasi posto e circostanza, data la sua versatilità e semplicità. Il gioco del tris presenta tuttavia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.