Come giocare a Dominion Nasce un Regno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra i giochi da tavolo di tipo deck building (giochi in cui è necessario costruire un mazzo di carte) più famosi in assoluto, troviamo Dominion. La particolarità di questo gioco di carte è che è composto da due set base, Dominion e Intrigo, più numerosissime espansioni che rendono sempre più complesso ed accattivante il gioco. Tra le espansioni presenti nel mercato italiano troviamo: Cornucopia, Nuovi Orizzonti, Alchimia e Prosperità. Non vi aspettate un gioco semplice da utilizzare come passatempo nelle giornate di pioggia: Dominion è un gioco dalla longevità estrema, con partite che possono durare tantissimo tempo. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come giocare a Dominion Nasce un Regno.

26

Occorrente

  • Deck di Dominion Nasce un Regno.
36

Sistemare il deck

La prima cosa da fare è quella di aprire la scatola e sistemare il deck. Le carte sono davvero tante, tutte molto ben realizzate. Attraverso l'apposito manuale è possibile vedere quali sono le caratteristiche di ciascuna carta. Per avere un gioco fluido, il consiglio è quello di imparare bene le regole ed il funzionamento di ogni carta. Le carte vanno mischiate in continuazione, dunque sarebbe consigliabile imbustarle una ad una, in modo da non rovinarle.

46

Seguire il regolamento

Se non avete mai giocato a Dominion Nasce un Regno, allora il consiglio è quello di armarvi di pazienza e seguire attentamente il manuale di istruzioni. Questo consiglia di partire con il set di carte base, in modo da cominciare a familiarizzare, per poi passare via via a livelli più avanzati. In questo gioco voi impersonate dei monarchi, in lotta tra loro per diventare i dominanti. Il successo è misurato in punti vittoria, dunque alla fine della partita chi ha un maggior numero di PV è il vincitore. Le carte Vittoria sono quelle che conferiscono i PV e sono ben riconoscibili grazie allo sfondo verde.

Continua la lettura
56

Cominciare il gioco

Le carte vanno disposte al centro del tavolo. Si devono scegliere le carte Regno e bisogna fare 10 mazzi da disporre, senza mischiare le carte. Sulla destra si mettono le carte base (occorre utilizzare solo 8 carte Vittoria). A questo punto è il turno delle carte Maledizione: se ne devono utilizzare 10 se la sfida comprende 2 giocatori, 20 se sono 3 e 30 se ci sono 4 giocatori. Ora non resta che prendere tutti gli elementi extra che vengono richiesti dalle carte (plancia, moneta, ecc.). Vengono distribuite le carte a ciascun giocatore, divise in 7 Rame e 3 Tenute. Il gioco è a turni e ogni giocatore, durante la sua mano, può fare un'azione oppure sfruttare le carte moneta per fare un acquisto.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Cominciate con il mazzo base ed utilizzate le espansioni solo quando avrete bene a mente tutto il funzionamento del gioco.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Kingdomino

Al giorno d'oggi, nonostante lo sviluppo della tecnologia abbia compiuto passi da gigante ed interessi gran parte della vita quotidiana, i giochi da tavolo rappresentano ancora uno dei passatempi preferiti da tantissime persone al mondo. Essi infatti...
Giochi da tavolo

Come giocare a TEG

TEG è il così detto Risiko Spagnolo disponibile in versione digitale per telefoni Apple e IPad. Si tratta di un gioco di strategia militare a cui è possibile giocare sia dal sito ufficiale che dalla piattaforma social network messa a disposizione....
Giochi da tavolo

Come giocare a Isle of Skye

I giochi da tavolo rappresentano al giorno d'oggi uno dei passatempi preferiti da tantissime persone al mondo. Essi infatti generalmente risultano essere molto semplici da comprendere, sono divertenti e soprattutto molto adatti per essere eseguiti in...
Giochi da tavolo

Come giocare ad Harkham Horror

Harkham Horror è un gioco cooperativo, una gita tra gli orrori dell'immaginaria città del Massachusetts. Dalla fantasia di Lovecraft nasce una nuova avventura in 3 episodi. Dalla durata variabile (2-4 ore), è perfetta per gli adulti assidui. Si può...
Giochi da tavolo

Come giocare a Queendomino

Queendomino è un gioco vincitore di molteplici premi, espansione del celebre Kingdomino. La protagonista è una regina alla ricerca di nuove terre con cui espandere il proprio regno, da scegliere fra quelle che costruiranno i giocatori. Queendomino è...
Giochi da tavolo

Come giocare ad Adventure Land

"Adventure Land" è un gioco da tavolo prodotto dalla HABA, casa tedesca specializzata nella creazione, nello sviluppo e nella produzione di una vasta gamma di giochi e giocattoli per bambini. Adventure Land è un gioco piuttosto recente se paragonato...
Giochi da tavolo

Come giocare a Richard I

Questo gioco è adattissimo per tutti coloro che amano i giochi da tavolo, la storia inglese e Riccardo Cuor di Leone, il re che dà il nome al gioco e che tutti conoscono perché legato ad un altro personaggio molto famoso: Robin Hood. Richard I è famoso...
Giochi da tavolo

Come giocare a Mombasa

L'idea del gioco da tavolo "Mombasa" nasce su ispirazione dell'austriaco Alexander Pfister, il quale pensò bene di voler creare un gioco divertente, ma con una difficoltà non del tutto semplice, con lo scopo di esplorare astrattamente attraverso il...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.