Come giocare a DiLemmi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

DiLemmi è un party game linguistico nato dalla collaborazione tra Kaleidos Games, Oliphante, Spartaco Albertarelli e la redazione online del dizionario Zanichelli. Proprio grazie ai suoi inventori, il gioco può vantare una buona qualità ed è altamente indicato per tutti coloro che hanno un'ottima conoscenza della lingua italiana ed amano sbizzarrirsi nell'utilizzo di termini più o meno comuni. Certamente è anche consigliabile a tutti coloro che desiderano addentrarsi in un mondo, quelle delle parole, da cui non si può che uscirne arricchiti. Ecco alcuni consigli su come giocare a DiLemmi.

27

Occorrente

  • Gioco, dizionario
37

I partecipanti

I concorrenti di DiLemmi possono partecipare impersonando quattro ruoli diversi: il solutore, il saggio, il ciarlatano e il gran cialtrone. Ognuno di essi ha un compito e un'azione differente da svolgere. Il solutore è il ruolo protagonista del gioco e tutti i partecipanti dovranno impersonarlo almeno una volta durante lo svolgimento della partita. Ognuno avrà un segnapunti che dovrà poi spostare di una casella su un tabellone fino a raggiungere l'ultima casella.

47

Lo scopo

Lo scopo di DiLemmi è piuttosto semplice, ciò che è meno semplice è riuscire ad arrivarci. Infatti, l'obiettivo del giocatore che durante il turno d'azione è identificato come il solutore è quello di scoprire chi tra i vari ciarlatani e gran cialtroni sia il saggio, stando attento a non farsi trarre in inganno dagli altri concorrenti. Ogni volta che indovina, il giocatore sposta il suo segnapunti in un'altra casella del tabellone fino ad arrivare alla fine.

Continua la lettura
57

Lo svolgimento

Dopo aver assegnato i ruoli tramite la pesca di una carta, il gioco può iniziare. A parte quello del solutore, tutte le altre identità, per forza di cose, vengono celate. Il concorrente alla destra del solutore dovrà scegliere una carta dal mazzo delle carte-parola, ovvero quelle in cui sono scritti tutti i lemmi e non solo. Infatti, su questa carta non esiste solo la definizione esatta, scritta in rosso, ma anche una errata, scritta in nero. Il saggio dovrà leggere la definizione corretta, mentre il ciarlatano quella sbagliata. Ma non finisce qui, infatti il gran cialtrone si dovrà spingere oltre e dovrà inventarsi una parola inesistente e pronunciarla come se la stesse effettivamente leggendo dalla carta pescata, questo per non renderlo facilmente riconoscibile. Il solutore, quindi, non deve tanto indovinare il giusto significato, cosa di per sé abbastanza scontata, ma deve riuscire a capire chi tra i suoi avversari è il saggio, ovvero colui che ha letto la parola esatta e chi è il gran cialtrone.

67

Le carte prive di significato

Per rendere il gioco ancora più divertente i suoi creatori hanno deciso di introdurre anche delle carte speciali, sono anch'esse carte-parola, ma i lemmi indicati sono privi di significato. Quando viene pescata questa carta, tutti i concorrenti sono costretti ad inventarsi le parole e il compito del solutore diventa quello di comprendere che tutti i concorrenti hanno mentito.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Siate creativi e spremetevi le meningi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
Giochi da tavolo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo

Come giocare a l'Allegro Chirurgo? L'allegro chirurgo è uno dei più famosi giochi da tavolo della Hasbro. Esso rappresenta la versione italiana del tradizionale gioco americano Operation di Milton Bradley. Divertente e allegro, l'allegro chirurgo prevede...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.