Come giocare a Camel Up

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Camel Up è un party game, ideato da Steffen Bogen e vincitore del premio Spiele des Jahres 2014. Ambientato nel deserto egiziano, i giocatori (da 2 a 8) vestono i panni di dignitari dell'alta società con la passione per le gare di cammelli e le scommesse. Lo scopo del gioco è accumulare più soldi. Ideale per le serate leggere ed all'insegna della spensieratezza, Camel up si adatta ai non esperti ed ai bambini. La scatola contiene 1 tabellone in cartone, 5 cammelli in legno colorato, 5 dadi con valore da 1 a 3, 5 tessere piramide, 15 carte scommesse di tappa (3 per ogni colore), delle tessere deserto, un set di carte scommesse di gara, monete nei tagli da 1 a 5 e banconote da 10 e 20. All'interno della confezione si trovano inoltre un libretto di istruzioni illustrato ed una piramide da costruire con le relative indicazioni. Ma ecco come giocare.

27

Occorrente

  • Scatola con il gioco
37

Il setup

Giocare a Camel Up è molto divertente e poco impegnativo. Il tabellone, suddiviso in diverse sezioni, va al centro del tavolo. Le 5 tessere piramide vanno impilate e sistemate nell'apposito spazio. Si selezionano poi le carte "scommesse di tappa" (3 per ciascun colore) in ordine decrescente e si posizionano nel tabellone. Si piazzano i cammelli sulla corrispettiva tenda. Si distribuiscono 3 monete per ciascun giocatore ed una tessera deserto. Ad ogni partecipante spettano inoltre 5 carte "scommessa di gara". A questo punto, si consegna il segnalino al giocatore più giovane ed ha inizio Camel Up.

47

Il gioco

Per giocare a Camel Up non servono particolari abilità né strategie. Il player più giovane prende in mano i 5 dadi e li lancia contemporaneamente, piazzando i cammelli nelle rispettive caselle del tabellone. A questo punto, i dadi vengono riposti nella piramide. Ogni giocatore, a turno, ha a disposizione 4 azioni. Può scegliere una tessera scommessa sul singolo round di Camel Up e vincere dalle 5 alle 2 sterline egiziane. In caso di perdita deve pagare quanto indicato dalla carta. Può piazzare una tessera deserto attivando due opzioni: far avanzare o indietreggiare i cammelli. Può scegliere una tessera piramide per estrarre a caso un dado dalla struttura. In alternativa, può scommettere sulla vincita o meno di un cammello.

Continua la lettura
57

La vittoria

I cammelli che durante le tappe arrivano sulla stessa casella non possono proseguire appaiati. Pertanto si impilano l'uno sull'altro. Giocare a Camel Up richiede un certo spirito di iniziativa, nonché un pizzico di azzardo, ma di quello innocuo. Ogni round si conclude quando uno dei cammelli taglia il traguardo. Vengono quindi svelate le carte scommessa della corsa ed assegnati eventuali bonus oppure le penalità. I round vengono stabiliti dai giocatori. In ogni caso, vince chi accumula più soldi, in monete e banconote. Giocare a Camel Up rallegra le serate in famiglia, trasformandole in spensierate, divertenti e leggere. Rende dai 4 giocatori in su.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non è da proporre a chi si aspetta un gioco impegnativo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Le regole per il poker Heads Up

L' Heads Up nel Poker Texas Hold'em rappresenta il testa a testa finale di un torneo, oppure un formato vero e proprio in cui due giocatori si contendono la vittoria finale. Il fascino dell' Heads Up risiede, soprattutto nei grandi tornei, nella sua componente...
Giochi da tavolo

Come giocare ad Apollo XIII

Apollo XIII doveva essere la terza missione spaziale degli Stati Uniti a sbarcare sulla Luna. Decollato da Cape Canaveral l'11 aprile 1970 l'Apollo XIII ebbe una serie di guasti e diverse problematiche che misero a dura prova la NASA. Questo gioco in...
Giochi da tavolo

Come giocare a Naufragos

Naufragos è un gioco da tavolo semi-cooperativo, godibile e divertente, semplice ed adatto anche ai giocatori non particolarmente assidui. Dalla durata contenuta, si rivela molto originale. Paragonabile solo per titolo a Robinson Crusoe, ha un'esperienza...
Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a Indago

Indago è un gioco di carte interamente made in Italy, ideato da Gianluigi Giorgetti con la grafica di Alan D'Amico. Ambientato nel Medioevo, epoca nota per intrighi, complotti e tradimenti, è molto semplice da apprendere ed adatto ai neofiti dagli 8...
Giochi da tavolo

Come giocare a Co-Mix

Il gioco da tavolo Co-mix deve il suo nome a un gioco di parole: da un lato c'è il significato di "fumetto", traduzione dal termine inglese "comix"; d'altro canto, la parola "mix" si riferisce proprio alla mescolanza di storie che possono essere intrecciate...
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.