Come giocare a Brain Chain

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Brain Chain è un gioco da tavolo di strategia, il cui obiettivo principale è quello di creare una "Catena del Cervello", cioè una fila di sei linee ininterrotte su una griglia di gioco. Per creare questi collegamenti bisogna rispondere a delle domande. In tutto ce ne sono più di 3000, suddivise in otto categorie. È un ottimo gioco per sviluppare il pensiero e le abilità sociali ed è adatto all'intrattenimento di tutta la famiglia. Come dice il nome stesso, ci vuole una catena di cervelli per vincere, ciò vuol dire che è importante cooperare con gli altri partecipanti. Si può giocare da 2 a 4 giocatori. Vediamo adesso insieme come giocare a Brain Chain!

26

Occorrente

  • Gioco da tavolo "Brain Chain"
  • 2-4 giocatori
36

Contenuto della scatola

Nella scatola troveremo:
- Una griglia, composta da dieci caselle sia in verticale che in orizzontale;
- 280 carte domanda, in cui sono appunto segnate le domande a cui i giocatori devono rispondere. Le domande appartengono ad otto categorie: cultura generale, geografia, storia, scienze, intrattenimento, sport, economia e, infine, la categoria delle "domande strane";
- 4 pedine;
- 2 dadi.

46

Svolgimento della partita

Prima di iniziare la partita, i giocatori concordano sulla quantità di linee che bisogna fare per vincere la partita (di solito sei). Presa questa decisione, si posizionano le pedine sulle griglia, dopodiché inizia il gioco vero e proprio. Ad ogni turno, i giocatori lanciano i dadi, per determinare di quante caselle si sposta la pedina e in quale direzione (può muoversi orizzontalmente, verticalmente e diagonalmente). In base alla casella in cui va a finire, il giocatore può scegliere una delle categorie presenti sulla colonna verticale o la riga orizzontale in cui si trova la pedina. La squadra avversaria leggerà quindi una domanda di quella categoria. Il giocatore può consultare la propria squadra, ma comunque sarà lui a dover dare la risposta finale. Se essa è corretta, il giocatore mette una linea sulla casella della categoria scelta e prende una pillola del cervello. Vince la squadra che ha compiuto sei collegamenti continui tra le caselle, in orizzontale, verticale o diagonale.

Continua la lettura
56

Casi particolari

Se la pedina va a finire in uno dei quattro angoli della griglia, non bisogna scegliere una categoria, ma seguire le istruzioni riportate su quella casella. Per esempio, può essere chiesto al giocatore di scegliere una casella per rispondere ad una domanda, ma anche di mettere un linea, di rimuoverla o di spostarla. Inoltre, una categoria di domande particolari è rappresentata dalla cosiddetta "categoria delle domande strane". A differenza delle altre domande, a cui bisogna dare semplicemente una risposta, in questo caso viene invece chiesto al giocatore di trovare, in una lista di nomi che hanno delle cose in comune, quello che non c'entra nulla nel gruppo.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • E' fondamentale discutere e riflettere insieme ai propri compagni di squadra, per trovare la risposta corretta alle domande

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Brain it on

Brain it on è un gioco caratterizzato da una combinazione strategica data dal proprio campo visivo e da regole matematiche e fisiche. Generalizzato viene definito un puzzle, ma in realtà bisogna creare, grazie anche alla propria inventiva, la strategia...
Giochi da tavolo

Come giocare a La torre stregata

La torre stregata è un gioco da tavola molto intuitivo, adatto ai ragazzi ma soprattutto ai bimbi più piccoli che possono giocare con l'aiuto dei genitori. Si può giocare in due ed occorre poco spazio, in cameretta o, perché no, su un tappeto in soggiorno...
Giochi da tavolo

Come giocare a The Republic of Rome

The Republic of Rome è un gioco da tavolo. Come tutti i giochi da tavolo, anche questo è un gioco di società che unisce gli amici che vogliono stare a casa una sera in compagnia. Come giocare è piuttosto semplice se si seguono le regole del gioco....
Giochi da tavolo

Come giocare a Max Skiacciatutto

Il gioco per i bambini è un'esperienza fondamentale, per crescere e divertirsi. A volte la scelta migliore è un gioco da tavola perché lascia i bambini liberi di giocare autonomamente in sicurezza. Ma è sempre meglio alternare a questo tipo di attività...
Giochi da tavolo

Come giocare al mercante in fiera

Mercante in fiera è un gioco da tavolo, riprodotto dal gioco trasmesso in televisione. Questo gioco non prevede pedine. Per giocare si utilizzano due mazzi identici di carte speciali, da quaranta, l'unico strumento di gioco. Giocare al "mercante in fiera"...
Giochi da tavolo

Come giocare a Imperial 2030

L'estate è la stagione in cui trascorriamo la maggior parte del tempo con gli amici, tra allegria e giochi collettivi. Oggi proviamo a vedere come giocare a Imperial 2030, un gioco divertente, molto coinvolgente ed appassionante. Per giocare a questo...
Giochi da tavolo

Come giocare a rubamazzo

Tutti gli appassionati di carte sanno giocare a rubamazzo. Giocare a rubamazzo è facile. Possono farlo tutti, infatti spesso i bambini ci giocano. Rubamazzo è un gioco semplice e divertente. Permette ai bambini di imparare i valori delle carte. Non...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Memory

Tutti noi da bambini abbiamo giocato a Memory. Memory è un gioco di carte semplice e divertente. Memory stimola lo sviluppo della memoria. Crescendo però capita di dimenticare come si gioca. Non ricordate bene le regole per giocare a Memory? Probabilmente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.