Come comporre puzzle

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il puzzle è un rompicapo (oggi commercializzato come gioco da tavolo) tra i più classici, eppure non antico come si può erroneamente pensare. Nasce, infatti, nel XIX secolo in legno, al contrario di quelli di cartone odierni. Il puzzle non è altro che un insieme di pezzi incastonabili tra di loro che, uniti insieme nel modo giusto, daranno origine ad un’immagine di base (una foto o un dipinto, ad esempio). Nonostante il puzzle possa apparire un giochetto da ragazzi per via del meccanismo di soluzione molto semplice, non è raro bloccarsi con un numero abnorme di pezzi, un’immagine con contrasto basso ed altri problemi inaspettati. Continuate la lettura di questa guida, se volete approfondire come comporre un puzzle seguendo la logica.

26

Occorrente

  • Un puzzle
  • Un tavolo ampio, a seconda del puzzle
36

Individuare i margini ed i bordi

Anzitutto, la prima cosa da fare nella composizione di un puzzle, è individuare i margini ed i bordi. Mettete tutti i pezzi davanti a voi, su un tavolo spazioso, e spargeteli per bene. Dovrete cercare tutti i pezzi che hanno almeno uno dei quattro lati “liscio”, senza protuberanze o nicchie. I pezzi con due lati lisci saranno gli angoli del vostro puzzle, mentre quelli con un solo lato libero andranno a formare i margini. La seconda fase consigliabile, è quella di raggruppamento degli altri pezzi in base al colore. Questa fase è di difficoltà molto variabile, in quanto dipende molto dall’immagine di base. Infatti, se essa è composta da molti colori, dovrete riunire i pezzi in tanti gruppetti quanti sono i colori principali del puzzle.

46

Differenziare le varie sfumature

Se l’immagine ha pochi colori o addirittura una sola tinta, dovrete puntare alle sfumature, cercando di differenziarle. Ad esempio, in un'immagine prevalentemente gialla, separate il giallo dal “giallo limone”, più chiaro e acceso, o dal “giallo ocra”, più scuro. Inoltre, tenete presente che, se scegliete un puzzle con un basso contrasto, ovvero con uno stacco tra i colori meno marcato, questa fase risulterà più lunga e complessa. Adesso che avete i gruppetti dei pezzi con i diversi colori/sfumature, potrete procedere alla ricomposizione delle varie parti del puzzle. È chiaro che pezzi dello stesso colore si trovano vicini nella figura (anche se diverse zone dell’immagine possono essere dello stesso colore).

Continua la lettura
56

Comporre il puzzle

Grazie a questo semplice principio, potrete ricostruire (ad esempio) degli alberi a partire dal gruppetto dei pezzi verdi e da quello dei marroni, dei girasoli dal gruppetto dei gialli e così via. Inserite poi i pezzi già uniti all’interno dei margini che avevate preparato nel primo passo. Fate attenzione, potrebbero essere delle zone che si attaccano direttamente ai contorni. Successivamente, provate a dare un’occhiata d’insieme al punto al quale siete giunti, è probabile che riusciate ad aggiungere più di un pezzo proprio in questo momento. Se non riuscite ad aggiungere nulla, tornate ai mucchietti colorati ed iniziate a ricostruire zone diverse come fatto in precedenza, fino al termine del puzzle.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come comporre puzzle

Il puzzle è un rompicapo (oggi commercializzato come gioco da tavolo) tra i più classici, eppure non antico come si può erroneamente pensare. Nasce, infatti, nel XIX secolo in legno, al contrario di quelli di cartone odierni. Il puzzle non è altro...
Giochi da tavolo

5 consigli utili per completare un puzzle

Una volta completati, i puzzle sono delle vere e proprie opere d'arte costruite con tanto tempo, dedizione e pazienza. Oltre a rappresentare una soddisfazione personale e una sfida vinta, un puzzle può essere anche lucidato, incorniciato e appeso in...
Giochi da tavolo

Come realizzare un puzzle con braille per bambini non vedenti

I puzzle sono dei giochi molto amati da adulti e bambini, utili per sviluppare l'intelletto e, quindi, per impiegare il tempo in modo utile e creativo. Tuttavia, per soggetti ciechi o ipovedenti, potrebbe essere un problema risolverne uno. Per questo...
Giochi da tavolo

5 modi per risolvere un puzzle velocemente

Ricevere un puzzle per regalo di Natale o per un compleanno, è davvero fantastico, specialmente per gli amanti di questo "rompicapo". I puzzle esistono di diverse tipologie, di diversi gradi di difficoltà, di migliaia e centinaia di pezzi, ecc.. I puzzle...
Giochi da tavolo

Come giocare a Il Piccolo Principe

I giochi da tavolo sono la soluzione migliore per intrattenere i bambini. Evitando di lasciarli davanti alla TV, possiamo insegnare loro tante cose attraverso il gioco. Ovviamente dobbiamo scegliere strumenti ludici in linea con la fascia d'età in questione,...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Ubongo

Ubongo è un gioco da tavolo il cui scopo è riuscire ad avere più gemme dello stesso colore. La difficoltà però sta nel riuscire a studiare come incastrare dei pezzi, spostare la propria pedina alternandola tra le file e prendere due gemme colorate...
Giochi da tavolo

I 5 giochi da tavolo da fare con bambini dai 3 ai 6 anni

Da almeno due decenni i giochi dei bambini sono sempre più solitari. Tra videogame sempre più realistici e sfide virtuali si assiste ad un costante cambiamento nei rapporti con i piccoli e tra di loro stessi. Il genitore ha di fronte a sè un bambino...
Giochi da tavolo

I 5 giochi da tavola da fare con bambini fino ai 3 anni

I bambini sono la meraviglia del nostro mondo: vederli ridere e giocare è una gioia per chiunque. È importante però concentrarsi nella prima fase della loro crescita, affinché possano sviluppare al meglio le capacità di comprensione e concentrazione....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.