Clash Royale: come fermare il Golem

tramite: O2O
Difficoltà: media
19

Introduzione

Se Clash Royale si è affermato come il gioco da mobile più in voga del momento, è anche grazie alla sua varietà nei personaggi e nella modalità di gioco rapida e leggera. Fra le varie carte a nostra disposizione, di certo il Golem risulta un'arma importante, e soprattutto un avversario temibile e un grosso ostacolo in tutte le battaglie. Impostare il proprio gioco sul Golem, dispendioso e molto robusto, non è difficile, e spesso, grazie alle armate di supporto protette dal gigante di pietra, un mazzo "Beatdown" incentrato sul Golem risulta molto ostico. In questa guida vedremo alcuni metodi e trucchi per fermare il golem.

29

Decidere le proprie difese

Nella grande varietà di carte offerte da Clash Royale, ci sono diverse opzioni difensive da includere nel proprio mazzo. Spiccano gli edifici, in particolare la Torre Inferno o il più economico Cannone. Da non trascurare sono poi carte dall'elevato danno, capaci di eliminare velocemente le truppe più robuste: il P. E. K. K. A su tutti grazie anche alla sua naturale solidità risulta un'opzione difensiva molto valida. La scelta delle carte adibite principalmente alla difesa dipende però da come si imposta il proprio mazzo, a prescindere da ciò da cui ci si dovrà difendere nelle varie occasioni. Per esempio, una Torre Inferno sarà adatta come filler in mazzi veloci che potrebbero vincere battaglie e far partire il ciclo senza doverla mai usare - la si tiene dunque solo per alcune evenienze, e il Golem è una di queste. Al contrario, potrebbe non essere conveniente l'uso di una Torre Inferno in un mazzo più pesante, magari incentrato su un tank come un Gigante. In tal caso si potrebbe dover ripiegare sull'uso delle proprie truppe di supporto, anche a costo di subire qualche danno.

39

Contare l'elisir

Dal momento dello schieramento del Golem avversario (spesso dietro le torri), bisognerà prestare attenzione all'uso dell'elisir nostro e dell'avversario, consci che lui ne ha appena consumate 9 unità. Idealmente dovremmo difendere usando al massimo lo stesso elisir del nostro avversario, per evitare di andare in svantaggio ed esporci a successivi assalti. Dallo schieramento del Golem, occorrerà dunque preparare le nostre difese facendo attenzione a sprecare il minimo possibile di elisir. Paradossalmente, se ci trovassimo nella situazione in cui la nostra difesa andrebbe sprecata verso la torre avversaria, a causa della lentezza del Golem, potrebbe addirittura essere più conveniente attaccare dall'altra parte, per costringere il nostro avversario a sprecare elisir difendendosi.

Continua la lettura
49

Eliminare gli Estrattori di Elisir

Le pompe degli Estrattori di Elisir garantiscono un importante vantaggio nella rigenerazione di Elisir a chi le piazza. In particolare, in mazzi lenti come quello del Golem, fra l'altro incentrati sul gioco in overtime (ultimo minuto a doppio elisir), la presenza degli Estrattori può fare la differenza, permettendo di avere un flusso rapido di Elisir e di schierare troppe truppe di supporto al Golem. Per questo, se si possiede un Razzo, un Fulmine, un Minatore o anche un Barile Goblin, è vitale utilizzarli il prima possibile sugli Estrattori per evitare che il nostro avversario sfrutti l'Elisir a lungo termine.

59

Piazzare opportunamente le proprie difese

La vera e propria difesa dal Golem, soprattutto con carte che puntano a distruggerlo, comincia quando il gigante di pietra oltrepassa il nostro ponte, così da essere anche bersaglio delle frecce della nostra torre. La Torre Inferno andrebbe piazzata il più lontano possibile dal Golem in modo che lui sia costretto a camminare molto per raggiungerla: in tal modo la Torre avrà più tempo per distruggerlo. Il P. E. K. K. A andrebbe invece piazzato proprio sul ponte, di fronte al Golem, in modo da poterlo attaccare da subito, e soprattutto per assorbire i vari attacchi delle truppe di supporto al Golem.

69

Eliminare le truppe di supporto

Raramente un Golem viene mandato da solo all'assalto: di solito protegge svariate truppe di supporto, come una Strega Notturna o uno Stregone, che possano eliminare tutto ciò che si oppone al Golem senza essere bersagliati da attacchi. È vitale liberarsi di queste truppe, anche perché spesso rappresentano la causa di maggior danno alla nostra torre. Una volta deciso cosa distrarrà e distruggerà il Golem, sarà opportuno piazzare qualche truppa per distruggere i supporti. Importante è evitare che tali truppe di supporto siano libere di attaccare ed eliminare subito ciò che noi sceglieremo per distruggerle: anch'esse dovranno essere distratte, magari dalla stessa difesa che usiamo contro il Golem. Un metodo efficiente è quello di usare carte incantesimo, come una Palla Di Fuoco (magari accompagnata da un Tronco) o un Razzo ben piazzato.

79

Individuare gli incantesimi dell'avversario

Anche l'avversario possiede carte incantesimo, come la Palla Di Fuoco o il Fulmine. Verranno usate per contrastare le nostre difese al Golem, e dovremo decidere mosse, tempistiche e piazzamenti a seconda degli incantesimi che il nostro avversario ci ha mostrato. In particolare, sarà utile piazzare le proprie truppe "fragili", come uno Stregone Elettrico, lontane dalla torre e soprattutto da altre truppe, nel caso in cui il nostro avversario voglia usare una Palla Di Fuoco. Importantissimo è il piazzamento della Torre Inferno nel caso in cui il nostro avversario usi il Fulmine: è infatti l'unico caso in cui la Torre andrà piazzata a ridosso del fiume, al centro fra i due ponti. Così facendo un Fulmine non potrà colpire sia la Torre Inferno che la propria torre della corona con le eventuali truppe che vi sono vicine.

89

Capire quando è possibile difendere

Non sempre abbiamo le possibiltà logistiche di difenderci totalmente da un assalto con il Golem; questo dipende dal nostro status di Elisir ma sopratutto dal mazzo che abbiamo scelto e dalle modalità di gioco che esso comporta. Per mazzi molto veloci, privi di difese molto robuste, potrebbe convenire reagire al Golem attaccando velocemente l'altra torre, in modo da non dare all'avversario la possibilità di usare il proprio Elisir per supportare il Golem. Un Golem solitario può essere gestito facilmente, e a volte perfino lasciato arrivare alla propria Torre, dato che i danni che compirà non saranno gravissimi. Si può anche, in questi casi, lasciar arrivare il Golem alla propria torre e poi trascinarlo, con un Tornado, verso la torre del Re: così facendo eviteremo i danni alla fragile torre della corona, e attiveremo il cannone del Re!

99

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

iPhone e iPad

Clash Royale: come tenere il conto dei bauli

Clash Royale è un videogioco di strategia nel quale i giocatori acquisiscono e potenziano carte per formare un proprio mazzo e competere contro avversari online in diverse arene. Le carte si sbloccano tramite dei bauli di diversa tipologia che si ottengono...
iPhone e iPad

Come scoprire la rotazione dei bauli su Clash Royale

Al giorno d'oggi i videogiochi sono uno degli svaghi più utilizzati dai ragazzi, specialmente quelli online. Il computer è un modo come un altro per molti ragazzi di evadere dalla realtà e catapultarsi in un mondo in cui possono essere chiunque e in...
iPhone e iPad

Come distrarre le truppe in Clash Royale: i 5 metodi più efficaci

Come voi sono un appassionato ed assiduo giocatore di Clash Royale, col tempo e l'esperienza ho appreso alcuni tecniche e interpretato dinamiche di gioco a mio favore che ora vorrei condividere con voi. Nello specifico parleremo di come distrarre le truppe...
iPhone e iPad

Clash Royale: Strategie con il Principe

Clash Royale, sulla scia del suo predecessore Clash of Clans, è divenuto uno dei giochi più apprezzati del mondo mobile. Ogni giorno vengono create, muoiono e rinascono strategie sempre diverse che in niente diventano obsolete. Oggi andremo ad analizzare...
iPhone e iPad

Clash Royale: Strategie con la Strega Notturna

La strega notturna è una delle carte leggendarie rilasciate per Clash Royale, si differenzia dalla classica strega perché è capace di evocare pipistrelli al posto di scheletri, ed è molto più forte rispetto a quella normale. In questo articolo vedremo...
iPhone e iPad

Clash Royale: strategie per vincere nella sfida 2 contro 2

Clash Royale è un videogioco in voga dal 2016 che ha spopolato tra giovani e meno giovani di ogni nazionalità. Il gioco si svolge in arene, dalla prima alla undicesima o leggendaria, a seconda del livello di gioco raggiunto. Lo scopo, per tutti o quasi,...
iPhone e iPad

Clash Of Clans: come attirare nuovi membri nel Clan

In questa guida andremo incontro a tutti coloro che una volta aperto il proprio clan non sanno come riuscire a farlo crescere attirando nuovi membri al suo interno. Per questo motivo vi spiegheremo, passo dopo passo, come poter agire per cercare di dare...
iPhone e iPad

Clash of Clans: come cambiare nome

"Clash of Clans" è uno dei videogiochi mobile più scaricati di sempre. Sviluppato dall'azienda "Supercell", produttrice di altri videogiochi quali "Hay Day" e "Boom Beach", "Clash of Clans" contiene tutti gli ingredienti per coloro che amano le avventure...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.