10 regole per vincere a scacchi

tramite: O2O
Difficoltà: media
112

Introduzione

Gli scacchi sono un gioco di strategia, diffuso in tutto il mondo, che prevede due avversari che si sfidano detti "Bianco" e "Nero", per il rispettivo colore delle pedine usato. Questi due giocano su una scacchiera, composta da 64 caselle di due colori alternati e contrastanti (classico è legno chiaro e legno scuro). Inizialmente vi sono 32 pedine (16 per ogni avversario); l'obiettivo è fare scacco matto, ovvero attaccare il re dell'avversario senza che esso abbia la possibilità di sfuggire. Questo gioco ha creato vere e proprie comunità di esperti e appassionati, che si sfidano in battaglie veramente dure che possono durare ore. Vi sono altrettante possibilità di gioco, che vanno dalle strategie più elementari a quelle più sofisticate e studiate. Vediamo in questa lista quali possono essere le 10 regole per vincere una partita.

212

Aprire il centro con i pedoni

Non è semplice decidere quali sono le mosse per iniziare bene e correttamente una partita di scacchi, ma il consiglio che si può dare è quello di aprire il centro della scacchiera con i pedoni. Lo scopo è quello di controllare il centro, che è una zona molto strategica, ma anche quello di mettere a riparo il proprio re, usando una schierata di pedoni. Facendo in questo modo evitiamo che l'avversario riesca ad entrare nella nostra area di gioco, rimanendo sulla difensiva.

312

Spostare le pedine

Cerchiamo durante la fase iniziale del gioco, di muovere tutte le pedine che abbiamo. Se teniamo i pezzi nelle stesse caselle non hanno la possibilità di aiutarci a fare poi scacco matto, ma creando un gioco dinamico dell'intera scacchiera sarà più possibile creare una linea di difesa.

Continua la lettura
412

Usare l'arrocco molto velocemente

L'arrocco è una mossa particolare del gioco degli scacchi che prevede l'uso del re e delle due torri. Si tratta sostanzialmente nell'unica mossa del gioco che permette di muovere due pezzi in simultanea; il re si muove di due caselle o verso sinistra o verso destra, subito dopo si muove la torre (del lato in cui si è mosso il re) nella casella tra quella di partenza e di arrivo del re. Questo passo è molto importante perché ci permette di mettere al sicuro e il re, e in posizione di difesa la torre.

512

Osservare

L'osservazione è una prerogativa del gioco degli scacchi; bisogna sempre rimanere concentrati sul gioco dell'altro e non focalizzarci solo sulle nostre mosse. Bisogna sempre cogliere gli errori dell'avversario e porli a nostro vantaggio durante tutte le fasi del gioco.

612

Studiare l'ultima mossa dell'avversario

Ogni volta che il nostro avversario fa una mossa ci sarà sicuramente un motivo che l'ha spinto a farla; considerare e capire il perché ha scelto quella pedina e l'ha messa in una specifica casella ci permette di prevedere il suo gioco e combatterlo ancor prima che capisca le nostre intenzioni.

712

Controllare il centro scacchiera

Durante una partita controllate sempre la scacchiera, in particolare il centro; questo è la zona strategica di tutto il gioco sia perché rappresenta un corridoio che ci permette di muoverci da un lato all'altro della scacchiera, riuscendo così a bloccare e prevenire eventuali attacchi dell'avversario, sia perché si ha una visuale d'insieme della scacchiera per poter capire quale strategia usare.

812

Mirare al re

Lo scopo della partita è quello di dare scacco matto e perciò dobbiamo organizzare le nostre strategia con l'obiettivo di raggiungerlo. Bisogna quindi avere bene a mente come si fa a dare scacco e quali sono le regole che sottostanno a questo passaggio conclusivo.

912

Crearsi un'idea del finale di partita

In tutte le fasi della partita, sin dall'inizio, dobbiamo considerare le mosse dell'avversario, e di conseguenza le nostre, per farci un'idea di come la partita si concluderà. Questa immagine d'insieme ci può aiutare a creare una strategia a nostro vantaggio o, nel casi stessimo perdendo, di rimediare e correggere il tiro.

1012

Seguire la regola del quadrato, o promozione

La promozione negli scacchi è la possibilità di un pedone bianco di arrivare all'ottava traversa, e di quello nero di raggiungere la prima. Questa mossa permette al pedone di assumere il valore della pedina dello stesso colore. I valori che si posso scegliere sono la donna, la torre, l'alfiere e il cavallo (anche se sono già presenti sulla scacchiera). Questa mossa è molto utile, se fatta velocemente e al momento giusto.

1112

Dare importanza al re

In fase finale della partita possiamo esporre il re. Se ci rendiamo conto di aver la possibilità di attaccare il re avversario con il nostro, sarebbe un bellissimo finale di gioco. In ogni caso, il re al centro del gioco durante le ultime fasi, può essere utile per controllare tutta la scena in maniera completa e attaccare al momento giusto.

1212

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Scacchi: come vincere in tre mosse

Il gioco degli Scacchi è un gioco di strategia bellissimo, ma allo stesso tempo difficilissimo. Il gioco consiste nel muovere i propri pezzi sulla scacchiera, al fine di bloccare il re avversario, precludendogli la possibilità di spostarsi di casella....
Giochi da tavolo

10 tattiche per vincere a scacchi

Nato probabilmente in India nel VI secolo, il gioco degli scacchi ebbe nel mondo arabo e nel continente europeo un successo indescrivibile, tanto che per la sua diffusione in ogni ambiente fu considerato un vizio da cui rifuggire. Ai nostri tempi, al...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a scacchi

Per arrivare ad avere una totale padronanza del gioco degli scacchi, che è uno fra i più antichi e complessi giochi da tavolo, occorrono senz'altro molti anni di dedizione ed esperienza. Tuttavia, se il nostro obiettivo non è quello di diventare dei...
Giochi da tavolo

Briscola: regole di gioco e strategie per vincere

La briscola è un gioco popolare di origini antichissime, giocato in tutta Italia e di grande intrattenimento: basta avere con sé un mazzo e si può giocare con qualsiasi altra persona conosca le regole base. La sua semplicità ne ha fatto la sua fortuna...
Giochi da tavolo

Le 5 regole per vincere a scarabeo

Quando si dice "le parole hanno un peso"... Nulla di più vero con il gioco dello scarabeo, in cui ogni giocatore deve creare parole incastrate con quelle presenti già sul tabellone, secondo uno schema simile a quello delle parole crociate. Fin qui tutto...
Giochi da tavolo

Nomi, cose, città: regole di gioco e strategie per vincere

Uno dei giochi più comuni, di origine incerta, che tutti almeno una volta nella vita hanno giocato. Nomi, cose, città presenta delle regole molto semplici, così come semplici sono anche gli strumenti necessari. Che siate in classe, in spiaggia, in...
Giochi da tavolo

Come Giocare Agli Scacchi Di Capablanca

José Raúl Capablanca y Graupera fu un famoso giocatore di scacchi cubano, che detenne il titolo di campione del mondo dal 1921 al 1927. La passione per il gioco lo prese sin da piccino, vedendo giocare il padre ed assistendo ad un incontro fra due famosi...
Giochi da tavolo

10 regole per vincere a Cluedo

Cluedo è uno dei giochi da tavolo più famosi, creato negli anni cinquanta ancora oggi appassiona molti giocatori. Lo scopo del gioco è quello di risolvere un omicidio trovando autore, arma e luogo del delitto prima di tutti gli altri avversari. In...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.