10 giochi da tavolo divertenti per Natale

tramite: O2O
Difficoltà: media
111

Introduzione

Ammettiamolo: il periodo delle festività natalizie è il più amato di sempre! I giorni che precedono il Natale e la successiva attesa per l'anno che verrà esercitano da sempre un certo fascino sul nostro umore e sul nostro modo di vedere le cose. Le luci colorate, la candida neve, i babbi natale in giro per le nostre città, le ghirlande, gli alberi addobbati, i festoni, le allegre melodie natalizie che risuonano nei negozi e per le strade sono tutti ingredienti fondamentali che rendono magico il mese di dicembre e ci fanno sentire, come si suol dire, "più buoni", non solo verso il prossimo, ma anche con noi stessi. Natale e tutte le delizie che porta con sé sulle nostre tavole ci spingono con allegria a organizzare vari incontri con i nostri amici, a condividere le nostre gioie e le nostre speranze, a riscoprire insieme le bellezze e la dolcezza della compagnia. A tutti sarà capitato nel corso dei giorni e delle fredde serate invernali di invitare parenti e amici a casa per passare una piacevole serata, magari con una buona cena o un bel gioco da tavolo, meglio ancora se riscaldati dal dolce tepore di un fuoco acceso nel camino mentre fuori fa freddo e diluvia. Se anche voi vi siete chiesti almeno una volta come trascorrere una bella serata in compagnia con un gioco accattivante, ecco a voi 10 giochi da tavolo divertenti per Natale e in tutti i festosi giorni.

211

Tombola

Questa lista non poteva iniziare senza porre al primo posto il gioco da tavolo natalizio più famoso di sempre. La tombola rimane un gioco senza tempo, capace di attrarre giocatori da tutto il mondo senza mai arrestare il suo fascino. Le regole di questo gioco sono note praticamente a tutti. Ci limitiamo a dire che nella tombola c'è un'unica protagonista, ossia la fortuna. Un giocatore scelto ha il compito di estrarre dei numeri da un sacchetto dal valore compreso tra 1 e 90. Ogni numero pescato sarà posto sul numero corrispondente del cosiddetto tabellone. Gli altri giocatori devono innanzitutto comprare (con delle somme in denaro decise dal gruppo) delle cartelle, su cui sono riportati alcuni numeri, e sperare che i numeri pescati siano gli stessi presenti sulle proprie cartelle. Sono tradizionalmente previsti 5 vincite nella tombola: ambo (quando un giocatore riesce a "coprire" due suoi numeri presenti sulla stessa fila di una cartella), terna (quando si coprono tre numeri in fila sulla stessa cartella), quaterna (quattro numeri in fila), cinquina (cinque) e tombola, il premio maggiore (ossia quando tutti i numeri di una cartella vengono estratti). Alcune tradizioni prevedono anche il tombolino, ossia il secondo giocatore a fare tombola che riceverà un simbolico premio in denaro.

311

Sette e mezzo

Sette e mezzo è forse il secondo gioco natalizio più famoso dopo la tombola. Si gioca con un mazzo di 40 carte, napoletane o regionali. Secondo la versione più diffusa, si nomina prima di tutto un mazziere (o "banco) che dà una carta coperta a un altro giocatore e un'altra a se stesso, sempre coperta. Queste due carte vengono pescate dalla cima del mazzo. Il giocatore che gioca contro il mazziere guarda la sua carta, fa la puntata (ossia scommette del denaro sulla sua vincita) e può decidere se farsi dare un'altra carta dal mazziere oppure fermarsi. Lo scopo del gioco infatti è di avvicinarsi il più possibile al valore di 7 e mezzo (da cui il nome del gioco), ricordando che le figure (donna, cavallo e re) valgono mezzo, mentre le altre carte hanno il valore corrispondente al loro numero (per esempio, il tre di bastoni varrà 3). Se il giocatore decide di farsi dare un'altra carta, come spesso accade quando la prima carta data dal mazziere ha un valore molto basso, deve stare attento a non "sballare", ossia a non superare il valore complessivo di 7 e mezzo, altrimenti il giocatore perde la sua puntata e deve inserire nel "piattino" (cioè, la quota totale di tutti i giocatori prima di iniziare la partita presente al centro del tavolo) la somma scommessa. In caso di parità (cioè se il mazziere e il giocatore ottengono lo stesso risultato numerico) vince sempre il banco. Inoltre, il mazziere, dopo aver saputo il valore totale delle carte possedute dall'avversario, può anche decidere se fermarsi con la prima carta coperta o scoprirne di altre per avvicinarsi al valore di 7 e mezzo. Si procede così in senso orario o antiorario fino a completare un giro. Il mazziere può decidere poi se continuare o fare un altro giro a sua discrezione, anche se esistono molte varianti locali. Attenzione però: il 10 di denari può avere qualsiasi valore. Può essere un numero intero o un mezzo, ma non per esempio un due e mezzo o un tre e mezzo. Questa carta è nota anche come "matta" perché è il giocatore che la pesca che può decidere il valore da assegnarle.

Continua la lettura
411

Uno

UNO è un gioco di carte molto famoso, valido praticamente in ogni periodo dell'anno, compreso il Natale. Ciò che rende gradevole questo gioco è l'estrema facilità delle regole nonché il numero elevato di giocatori possibili, che rende facile riunire un numeroso gruppo di amici con cui trascorrere delle serene ore in compagnia senza regole troppo difficili. In UNO abbiamo un mazzo di 112 carte colorate (blu, rosso, verde e giallo) e numerate. Lo scopo del gioco è di esaurire tutte le carte che abbiamo in mano. Si distribuiscono 7 carte iniziali a ciascun giocatore e si inizia il giro. Bisogna porre in mezzo una carta dello stesso colore di quella già presente oppure di un colore diverso, ma dello stesso valore numerico (se per esempio a terra c'è un 7 giallo e noi posiamo un 7 rosso, il colore di gioco cambia da giallo a rosso fino al prossimo cambiamento). Oltre a questo, sono presenti le carte Pesca Due, Inverti, Pesca Quattro, Cambio colore e Stop. Le prime costringono il giocatore successivo a pescare 2 carte dal mazzo comune; le seconde invertono il senso del giro; le Pesca Quattro costringono il giocatore successivo a pescare 4 carte dal mazzo; le Cambio colore cambiano il colore di gioco a scelta del giocatore; infine, le carte Stop fanno saltare il turno al giocatore successivo. Come si può notare, le regole sono facili e il gioco ha una giocabilità molto alta poiché è semplice, divertente e senza pretese. La regola madre è che chi rimane con una sola carta in mano deve urlare "Uno!" altrimenti è costretto a pescare 2 carte dal mazzo. Esistono poi molte altre varianti del gioco, alcune inventate del gruppo dei giocatori, data l'adattabilità delle carte.

511

Monopoly

Il gioco di società Monopoly (Monopoli fino al 2009) è uno dei più celebri del mondo, e come UNO è estremamente adatto a ogni periodo dell'anno. Il periodo natalizio però si presta bene a questo gioco abbastanza impegnativo poiché le probabilità di imbattersi in serate piovose e fredde che costringono a stare in casa sono più alte. Monopoli infatti prevede un numero di giocatori tra 2 e 6 e tramite un'accurato uso delle proprie finanze iniziali dovremo cercare di comprare più territori e servizi possibile per sottrarli ai nostri avversari e mandarli in bancarotta. Lo scopo del gioco infatti è di far fallire gli altri giocatori diventando il monopolista finale. Le regole sono abbastanza semplici, ma è comunque un gioco che richiede una certa concentrazione a causa dei molti calcoli e delle strategie che dovremo utilizzare. Ha inoltre una durata estesa, soprattutto se si è in tanti, e alla lunga potrebbe intaccare la concentrazione. Rimane comunque un ottimo passatempo per trascorrere piacevoli pomeriggi natalizi.

611

Assassino

Torniamo ai giochi di carte. "Assassino" si gioca con un mazzo di carte napoletane o regionali è il numero di giocatori va da un minimo di 3 a un massimo indefinito (orientativamente 10). Dal mazzo si scelgono l'asso di spade, il re di denari e altre carte a caso. Si distribuiscono in maniera casuale (coperte) e ogni giocatore guarderà la propria carta. Chi ha beccato l'asso di spade sarà l'assassino; chi avrà il dieci di denari sarà il commissario (chiamato anche ispettore in alcune varianti). L'assassino dovrà quindi uccidere più persone possibili, facendo l'occhiolino alla vittima scelta, la quale scoprirà la sua carta e "morirà", abbandonando il gioco. L'ispettore dovrà scrutare i suoi avversari e scoprire l'assassino prima che faccia tutti fuori. Gioco piacevole e semplice. Più si è, più la sfida sarà accattivante, anche perché tutti vorranno essere almeno una volta l'ispettore o il killer.

711

Poker indiano

Il poker indiano un gioco di carte simile a Coyote. Questo gioco è semplice e nettamente più immediato e veloce del poker classico, magari giudicato impegnativo da alcuni. Nel poker indiano si gioca in 6-10. A ogni giocatore sarà distribuita una carta. Il giocatore deve attaccare la sua carta, senza guardarla, sulla fronte in modo che sia visibile a tutti gli altri. In base alle carte degli altri giocatori, ogni partecipante dovrà fare una stima della somma totale delle carte esposte. Chi si sarà avvicinato di più alla somma esatta, vince una somma in denaro stabilita all'inizio. Esistono anche in questo caso molte varianti del gioco, rintracciabili facilmente su internet.

811

Mima il film

"Mima il film" è un gioco adatto anche ai più piccoli ed è perfetto anche per il periodo natalizio. Non c'è un limite per il numero dei partecipanti. Per giocare a “Mima il film” i concorrenti si dividono in due squadre. A turno il concorrente di una squadra viene allontanato e il gruppo rivale sceglie il titolo di un film (natalizio o no) che i giocatori dovranno mimare per farlo indovinare al loro compagno di squadra, in un tempo prestabilito (per esempio tre minuti). Parlare, disegnare o mimare le lettere dell'alfabeto è vietato. Ovviamente, possono essere mimati non solo dei film natalizi o meno, ma anche persone conosciute o personaggi famosi. Vince la squadra che riesce a far indovinare più titoli al proprio compagno!

911

Pictionary

Pictionary è un popolare gioco da tavolo a squadre, pubblicato nel 1985, ed è un'ottima soluzione per divertirsi in compagnia. L'idea centrale del gioco consiste nel tentativo di indovinare una parola segreta che un giocatore deve suggerire ai propri compagni di squadra disegnando su un foglio di carta. Al di là del gioco classico, è possibile giocare a Pictionary anche senza le carte originali e il tabellone del gioco. Infatti, è sufficiente scegliere una parola (oggetto, nome, azione ecc.) e tentare di illustrarla ai propri compagni di squadra in un tempo definito. Non è ammesso includere lettere o cifre nel disegno. Per esempio, la parola "bronzo" può essere suggerita con il disegno di un podio, indicando con decisione il terzo posto, comunemente associato alla medaglia di "bronzo". Il gioco stimola molto la creatività e prontezza di riflessi ed è molto divertente da mettere in pratica.

1011

The Game of Things

In The Game of Things (Il gioco delle cose) si possono dare risposte assurde a domande altrettanto assurde! Si inizia con un partecipante che estrae un foglietto sul quale è scritta una domanda particolare, come "Cose di cui hai paura". A quel punto tutti i giocatori scrivono la loro risposta su un foglio e chi ha letto il foglietto deve leggere a voce alta tutte le risposte e indovinare chi le ha scritte. Una variante invece vede la distribuzione casuale dei foglietti con le risposte a tutti i giocatori, i quali dovranno indovinare l'autore della risposta. Se indovinano, guadagneranno un punto. Vince chi raggiunge un certo numero di punti stabilito. Le particolarità di questo gioco sono le domande bizzarre e la possibilità di scrivere quel che si vuole. Inoltre, in gruppi numerosi, il gioco diventa lungo, ma divertente, e ci permetterà di scoprire molte cose sui nostri amici.

1111

Salta cavallo

Concludiamo questa lista con un altro gioco di carte molto famoso e associato indissolubilmente alle allegre serate natalizie: Saltacavallo, chiamato anche cucù, è praticato in modi molto diversi a seconda delle regioni e delle tradizioni locali. Le regole dunque possono essere varie.
Si gioca da 3 a 20 persone (si può aggiungere un secondo mazzo per superare questo limite). Il mazziere distribuisce una carta coperta a ciascun giocatore, poi mette da parte, coperto, il mazzo delle carte rimanenti. Il giocatore alla destra del mazziere inizia il gioco. Durante il proprio turno, il giocatore decide se tenere la propria carta o scambiarla con quella del giocatore successivo, il quale non può rifiutarsi di cederla, a meno che non abbia in mano un re di qualunque seme (il cucù): in questo caso lo scambio viene annullato e il giocatore che ha il re mostra la carta dicendo "cucù!". Al proprio turno, il mazziere può tenere la propria carta o scambiarla con quella in cima al mazzo. Quando anche il turno del mazziere è finito si scoprono tutte le carte e la persona (o più di una) con la carta di valore più basso perde la puntata e aggiungerà dei soldi al capitale comune. Dopo tre puntate (perdite), il giocatore esce dal gioco. Vince chi rimarrà per ultimo con la carta più alta! Questo è un ottimo gioco per divertirsi senza troppe pretese con gli amici.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

I migliori 10 giochi da tavolo

Quando si sta in compagnia è divertente e piacevole giocare tutti insieme a qualche gioco da tavolo. In commercio ne troviamo davvero tantissimi in grado di soddisfare il divertimento di tutti, che si giochi con amici o con la famiglia è indifferente....
Giochi da tavolo

I migliori giochi da tavolo fantasy

Siete stanchi di giocare ai soliti giochi da tavolo? Amate il genere fantasy? Sognate quindi di poter avere dei giochi da tavolo con orchi, maghi, draghi, labirinti ed incantesimi? Per fortuna non siete gli unici a voler combinare il divertimento dei...
Giochi da tavolo

I giochi da tavolo per bambini

Se non sapete cosa fare in una giornata piovosa, non c'è nulla di meglio di una partita ad un bel gioco da tavolo. Radunate nel salotto di casa vostra tutti i familiari o i vostri amici e date inizio alle danze. Molteplici sono i giochi che potranno...
Giochi da tavolo

I migliori 10 giochi da tavolo per adulti

I giochi da tavolo costituiscono una delle più vaste e capillari passioni per i collezionisti. Ne esistono moltissimi e di ogni genere, così come per ogni fascia di età. In questa lista dei migliori dieci giochi da tavolo per adulti vi indicheremo...
Giochi da tavolo

Giochi da tavolo da fare in treno

I giochi da tavolo sono davvero tanti e ce ne sono anche di adatti da fare in treno. Sicuramente i lunghi tragitti sono ideali per questi passatempi ma non tutti sono adatti. Il tabellone deve avere dimensioni contenute e magari pochi pezzi necessari....
Giochi da tavolo

Cosa sono i giochi da tavolo cooperativi

Siete incuriositi dal vastissimo mondo dei giochi da tavolo, ma non sapete da dove incominciare? Se è così, allora i giochi da tavolo cooperativi possono essere un ottimo inizio, poiché prima ancora della competizione, mettono in evidenza le capacità...
Giochi da tavolo

I giochi da tavolo con le carte

I giochi da tavolo con le carte sono molto diffusi, praticati in inverno ma anche in estate. Sono apprezzati perché coinvolgono più persone e intrattengono in maniera leggera per qualche ora, Molto spesso si utilizzano le carte francesi, proprio perché...
Giochi da tavolo

I migliori giochi da tavolo italiani

Anche dopo l'avvento dei videogames i giochi da tavolo restano uno degli intrattenimenti preferiti dagli italiani. Un gioco da tavolo di solito è composto da un tabellone con delle pedine, sul quale i concorrenti si devono muovere seguendo diverse regole...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.