Regole per giocare a Versailles

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il gioco di Versailles richiama in scena tutto il divertimento di un gioco entusiasmante e avvincente! In questo gioco, l'obbiettivo principale, è quello di creare una magnifica costruzione architettonica a tal fine di conquistarsi il favore del re Luigi XIV. Tuttavia, per poter vincere pienamente, dovremmo scoprire quali regole si celano dietro questo gioco. In questo articolo scopriremo insieme le regole per giocare a Versailles.

26

I turni

Il gioco si svolgerà con svariati turni seguendo in senso orario il turno degli altri giocatori. Muovendo in più locazioni il proprio lavoratore, il giocatore si impegnerà a fondo nell'attivare nuove locazioni a tal fine di rendere il proprio lavoro più imponente. Nel gioco di Versailles i giocatori sono due oppure cinque e in questi vengono rappresentati gli architetti che lavorano il magnifico castello.

36

I segnalini

Tra i vari componenti del gioco, il giocatore si troverà davanti molti strumenti che prendono il nome di segnalini. Questi segnalini si dividono in: Cinque segnalini di attivazione (che indicheranno l'ultima locazione), venti segnalini inabilità o punteggio (dove preciseranno i punti ottenuti e livello di abilità dei giocatori), trenta segnalini decorativi (rappresentanti le decorazioni che il giocatore utilizzerà), e infine, dieci segnalini dal movimento doppio (che illustreranno al giocatore quanti movimenti speciali può fare).

Continua la lettura
46

I cubi risorsa e i tasselli

Oltre ai segnalini, il giocatore troverà alcuni dadi che prendono il nome di "novanta cubi risorsa". Questi cubetti rappresentano ogni risorsa materiale presente sul gioco (come ad esempio marmo, oro e legno). Questi cubi sono di grandezza differenti infatti coloro che possiedono cubi piccoli avranno risorse limitate pari ad una risorsa, mentre i giocatori che fruiranno di cubi con larghezza ampia avranno cinque risorse. Dal momento che sono illimitati il giocatore non avrà problemi quando finiranno le risorse perché potrà sostituirle con altre. Oltre ai cubi ci saranno i tasselli del castello, che rappresenteranno il castello insieme ai suoi giardini.

56

Le pedine

Tra i vari strumenti il giocatore si troverà davanti molte pedine a sua disposizione e una di queste sono le quarantacinque pedine lavoratore. In esse vengono rappresentati i lavoratori che ogni giocatore manovra e prima di iniziare il gioco verranno posizionati a locazioni differenti del tabellone. Infine, ci sarà la pedina rappresentante Luigi XIV che si occuperà di ispezionare il lavoro dei giocatori.

66

La preparazione dei lavoratori

Prima di iniziare il gioco, il giocatore si occuperà di preparare negli appositi spazi tutti i lavoratori a sua disposizione, fatto ciò si ricorderà di mettere anche due lavoratori nella locazione che prende il nome di "favore del re". Una volta piazzate le determinate pedine si baserà nel sistemare un segnalino abilità nel settore di progressione nella locazione che prende il nome di Gilda degli alchimisti. Dopo aver esaminato le varie regole del gioco, il giocatore può partecipare pienamente alla riuscita del suo duro lavoro.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a King of Tokyo

Avete il desiderio di trasformarvi in Godzilla e distruggere tutto quello che vi è in giro? Com il fantastico gioco da tavolo King of Tokyo questo desiderio può diventare realtà! Infatti questo gioco da tavolo (in cui i partecipanti possono andare...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Trajan

"Trajan", ovvero l'optimus princeps Traiano, è il nome di un'interessante gioco da tavolo, ambientato nell'antica Roma. La grafica ricca di dettagli e la complessa e fitta serie di regole rendono Trajan un gioco complesso e avvincente per gli appassionati...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Hyperborea

Hyperborea è un gioco da tavolo piuttosto recente, ideato dall'ideatore di giochi Pierluca Zizzi. Il numero massimo di giocatori è 6. Si tratta di un gioco in cui 6 fazioni - ognuna con i propri vantaggi e i propri difetti - devono soddisfare determinati...
Giochi da tavolo

Come giocare a Abyss

Il gioco da tavolo "Abyss" deve il suo nome all'ambientazione che lo caratterizza, ossia gli abissi marini. Il gioco è infatti ambientato in un mitologico mondo sottomarino, dove diverse creature subacquee si scontrano, fisicamente ma soprattutto politicamente,...
Giochi da tavolo

Come giocare a Holmes: Sherlock & Mycroft

Holmes: Sherlock & Mycroft è un gioco da tavolo per due giocatori, distribuito in Italia da Devir. Si basa sui romanzi dello scrittore Arthur Conan Doyle, che vedono protagonista l'investigatore Sherlock Holmes.I personaggi giocanti sono Sherlock e suo...
Giochi da tavolo

Come giocare a Il Signore degli Anelli LCG

"Il Signore degli Anelli" è una popolare saga fantasy nata dalla fantasia dello scrittore britannico J. R. R. Tolkien, che fin dalla sua prima pubblicazione ha dato vita ad un nutrito merchandisng. In tempi recenti l'uscita al cinema di film ispirati...
Giochi da tavolo

Come giocare a Food Chain Magnate

Food Chain Magnate è un gioco da tavolo di strategia, che ha come obiettivo la fondazione e la diffusione di una catena di fast-food. Il tempo di gioco è abbastanza lungo, dalle due alle quattro ore (a seconda dell'esperienza dei giocatori), ed è fruibile...
Giochi da tavolo

Come giocare a Game of Thrones

"Game of Thrones", tradotto in Italia come "Il Trono di spade", è il titolo di una serie di romanzi fantasy scritti da George R. R. Martin che in tempi recenti è stata trasformata anche in una serie televisiva di grande successo. Prima però che esordisse...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.