Regole per giocare a Pinnacolo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Pinnacolo è un gioco di carte diffusosi negli anni '30 in Italia, prima della Grande Guerra. Il nome del gioco viene dall'inglese "pinochle" e si riferisce alla carta del due di picche. Per giocare una partita servono due mazzi di carte da poker e almeno due giocatori. Possono partecipare fino a un massimo di quattro giocatori e si può giocare anche in coppia. Ecco tutte le regole per giocare a Pinnacolo.

26

Composizione del mazzo

Pinnacolo è un gioco di carte particolare, in quanto non si avvale del mazzo completo. Bisogna rimuovere le carte dal due all'otto, in modo da restare soltanto con gli assi, i dieci, i nove, i fanti, le regine e i re. Oltre a queste carte possono rimanere ancora i jolly e i due di picche, che andranno a sostituire qualunque carta.
Ogni giocatore dovrà ricevere dal mazziere 12 carte, distribuite una per volta in senso orario. Un'altra carta andrà posizionata a dorso coperto sul tavolo, vicino al mazzo.

36

Le mosse del gioco

Il giocatore che inizia per primo deve prendere la carta posta sul tavolo e scartare una di quelle che ha in mano. Chi gli succede dovrà effettuare la stessa operazione e dovrà pescare la carta eliminata dall'avversario. Lo scopo del gioco consiste nell'ottenere combinazioni di quattro carte di numero uguale ma di seme diverso. In alternativa, si può vincere anche avendo sei carte dello stesso seme. Vince la partita il primo giocatore che raggiunge 1500 punti.

Continua la lettura
46

I valori delle carte

Ogni carta ha un valore preciso. L'asso vale 15 punti, il 10 vale 10 punti, il re vale 4 punti, la regina ne vale 3 e il fante soltanto 2. A seconda delle combinazioni ottenute si avranno punteggi diversi. Ecco la lista delle possibili combinazioni:
-per 150 punti bisogna avere re, regina, fante, asso e dieci
-per 100 punti bisogna avere 4 assi di semi diversi
-per 80 punti bisogna avere 4 re di semi diversi
-per 60 punti bisogna avere 4 regine di semi diversi
-per 40 punti bisogna avere 4 fanti di semi diversi, oppure la Regina di picche il fante di quadri
-per 20 punti bisogna avere re e regina di semi diversi.

56

Le fasi inoltrate del gioco

Le carte così combinate dovranno essere mostrate agli altri e lasciate scoperte sul tavolo. Il giocatore che ha fatto il punto dovrà tenerle davanti a sé e potrà usarle a suo piacimento in un'altra fase del gioco. Per esempio, è possibile riutilizzare due volte una carta per formare un altro tipo di combinazione.

66

Le dichiarazioni

I punteggi e le relative combinazioni devono essere dichiarate dal giocatore quando è il suo turno, dopo aver pescato e prima di scartare una carta. Deve dichiarare anche chi non ha fatto nessun accostamento, mostrando e scartando una delle sue carte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a pinnacolo

Pinnacolo è un gioco di carte molto famoso nel mondo, adatto a tutte le età e che ben si presta a diversi tipi di strategie. Si tratta di un gioco che si diffuse con successo poco prima della Prima Guerra Mondiale e perse poi campo lasciando posto al...
XBox

Come avere un gruppo di tre seguaci in The Elder Scrolls V Skyrim

The Elder Scrolls V Skyrim è riuscito ad appassionare migliaia di giocatori di videogiochi in giro per il mondo, con il suo fascino, le vaste terre da esplorare, e una schiera di nemici di tutto rispetto. Nella versione standard il gioco permette di...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Bridge

Il Bridge è uno dei giochi di carte più popolari in tutto il mondo. Viene considerato alla stregua di un vero e proprio sport in quanto impegna moltissimo le facoltà cognitive, e da molti viene considerato un ottimo modo per mantenere allenata la mente....
Giochi da tavolo

Regole per giocare a scala quaranta

Il gioco della Scala Quaranta è uno dei più popolari giochi di carte fatto con due mazzi di quelle francesi. È molto giocato nelle famiglie per la sua facilità di comprensione delle regole e per l'ampio numero di giocatori che è possibile arruolare,...
Giochi da tavolo

Come giocare a bridge

Il bridge è un gioco di carte diffuso a livello internazionale. Per questa attività si organizzano tornei nazionali ed internazionali in cui l'Italia ha brillato in passato. Le carte che vengono usate sono quelle francesi. Le regole che questo gioco...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Mambassa

Mambassa è un gioco di carte che deriva il suo nome dal detto "fare man bassa". Viste le regole del gioco, è probabile che questi sia ispirato ai più famosi Trentuno e Pentragola. Manbassa è molto giocato nel litorale marchigiano. In particolare è...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Canasta

La Canasta è un gioco di carte estremamente popolare. La sua diffusione è avvenuta dopo il 1940, quando venne importata dal Sud America, come si evince chiaramente dal suo nome. Il termine 'Canasta', infatti, significa in spagnolo 'cesto' oppure 'paniere'....
PC

Come giocare a pinella

Nei momenti più piacevoli della giornata ci si ritrova in famiglia o circondati dagli amici. Tra una chiacchierata e un aperitivo, spesso si esce il mazzo delle carte da gioco e si inizia a giocare per passare il tempo insieme. Giocare a carte è un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.