Regole per giocare a Machiavelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Machiavelli è un gioco di carte piuttosto semplice da imparare date le poche regole, ma consente partite anche molto lunghe, permettendo ai giocatori di sfoggiare le proprie capacità logiche attraverso manovre, per l'appunto, "machiavelliche" che permetteranno loro di aggiudicarsi la vittoria.
Ecco quindi in questa guida le regole per giocare a Machiavelli, oltre a qualche consiglio ed esempio.

26

La distribuzione delle carte

Per giocare a Machiavelli avete bisogno di essere almeno in due e di avere due mazzi da 52 carte francesi. Come prima cosa dovete rimuovere i quattro jolly (o matte), dato che non vengono utilizzati nel Machiavelli, mescolare le carte e far "tagliare" il mazzo dal giocatore alla vostra destra. Distribuite poi tre carte a testa, in senso orario a partire dalla persona alla vostra sinistra, che comincerà il gioco, ponendo le rimanenti al centro del tavolo, coperte.

36

Lo scopo del gioco

Lo scopo del gioco è disporre sul tavolo tutte le carte che avete in mano; quando un giocatore ci riesce, la partita finisce. Se volete giocare più partite di seguito potete contare le partite vinte da ciascuno oppure i punti (negativi) rimasti in mano ad ogni giocatore, fissando per esempio un tetto massimo.

Continua la lettura
46

Le regole del gioco

L'unica vera regola del Machiavelli è che sul tavolo possono figurare solamente carte disposte in gruppi da tre o più alla fine del turno di ogni giocatore. Ognuno di questi "giochi" può essere una combinazione, composta da carte di diverso seme ma uguale valore, o una sequenza, formata da carte dello stesso seme con valori in scala. Le carte disposte sul tavolo posso essere spostate a vostro piacimento, sempre nel rispetto di questa regola (e senza sottrarne nessuna), per permettervi di posizionare una (o più) delle carte che avete in mano.

56

Le differenze con Scala 40

Il gioco del Machiavelli è piuttosto simile a Scala 40: utilizza le stesse carte (con l'esclusione dei jolly) e si basa sulla stessa regola generale. La differenza principale è che nel Machiavelli le carte sul tavolo sono a disposizione di tutti i giocatori, che possono spostarle e scambiarle a loro piacimento per creare nuovi "giochi", a patto che nessuna di esse lasci il tavolo e che non risultino alla fine del turno gruppi inferiori al tris. Inoltre, non è possibile scartare alcuna carta, ma si può aprire con un semplice tris indipendentemente dai punti che questo raggiunge.

66

Gli esempi

Machiavelli è un gioco più semplice da giocare che da spiegare, soprattutto una volta presa la mano!
Un esempio di una classica manovra "machiavellica" è questo. Sul tavolo sono disposti un tris di sette (picche, fiori e cuori), una combinazione di quattro otto (tutti i semi); voi avete in mano un sette di quadri, un sei di fiori e un nove di fiori. Potete quindi aggiungere il sette di quadri al tris di sette, prendere il sette di fiori e l'otto di fiori (lasciando quindi due tris sul tavolo) e comporre una sequenza con sei, sette, otto e nove di fiori, mettendo giù due carte.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

I giochi da tavolo con le carte

I giochi da tavolo con le carte sono molto diffusi, praticati in inverno ma anche in estate. Sono apprezzati perché coinvolgono più persone e intrattengono in maniera leggera per qualche ora, Molto spesso si utilizzano le carte francesi, proprio perché...
Giochi da tavolo

Ramino: la strategia del gioco

Il Ramino è un gioco di carte di origini anglosassoni, che va giocato con le carte francesi. Il Ramino è così chiamato per il nome dato al Jolly, ossia appunto "Ramino", o anche "matta". Esso presenta diverse varianti, di cui la più famosa è "Scala...
Giochi da tavolo

I 10 migliori giochi di carte

Da sempre giocare a carte rappresenta un bel modo di trascorrere il tempo e di stimolare la socialità. Tra amici e parenti le carte offrono molte occasioni di divertimento, pure tra quei giocatori meno abili e fortunati. Una volta muniti di carte, regionali...
Giochi da tavolo

I giochi più belli da fare con le carte francesi

Le carte francesi sono tra le più conosciute ed utilizzate per i giochi di carte. Ogni mazzo contiene 54 carte divise in quattro semi (cuore, quadri, fiori e picche): per ogni seme, tredici carte più due jolly. Naturalmente trattandosi delle carte più...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Scala 40

La Scala 40 è un gioco di carte in cui si utilizzano due mazzi da 52 di carte francesi. Per intenderci, si parla delle carte con i numeri dall'uno al dieci, con le 3 figure Jack, Donna e Re e i due jolly. Durante il gioco, lo scopo è quello di formare...
Giochi da tavolo

Tecniche per giocare a Scala quaranta

Centotto carte. Quattro semi. Un vincitore.Sicuramente è uno dei giochi più conosciuti dagli italiani, Scala Quaranta è: bravura, intuito, memoria, furbizia e perché no, una buona dose di fortuna.Il 90% dei nostri compaesani, come me, ha imparato...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Mambassa

Mambassa è un gioco di carte che deriva il suo nome dal detto "fare man bassa". Viste le regole del gioco, è probabile che questi sia ispirato ai più famosi Trentuno e Pentragola. Manbassa è molto giocato nel litorale marchigiano. In particolare è...
Giochi da tavolo

Come giocare a Scartajolly

In questa guida verrà spiegato come giocare a Scartajolly in maniera completa. Scartajolly è un gioco di carte consigliato per partecipanti con età superiore agli 8 anni. Per giocare si utilizza un classico mazzo di carte da Ramino (104 carte + 4 jolly)....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.