Regole per giocare a Domino a carte

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il Domino è un gioco molto antico, che risale al 1700. Di solito viene riconosciuto come Domino a tessere che essenzialmente si traduce in un piacevole gioco da tavolo. Ma esiste anche quello a carte che non essendo difficile può andar bene sia per grandi che per piccini. Si compone da un minimo di tre giocatori fino a otto e per questo motivo è adatto per la famiglia o per un gruppetto di amici. A questo punto non ci resta che vedere insieme quali sono le principali regole per giocare a Domino a carte.

26

Caratteristiche del Domino

Il Domino a carte vuole un mazzo di 40 carte di solito composte da semi di tipo francese. Lo scopo del gioco è quello di scartare il più possibile le carte che si hanno in mano e bisogna farlo anticipando gli altri. Per calcolare i punti bisogna conteggiare un punto per ogni carta che è rimasta in mano dopo la smazzata. Quest'ultima è un passaggio importantissimo della partita che stabilisce chi sarà il vincitore.

36

Il mazziere del Domino

Nel gioco del Domino a carte il mazziere è colui che viene estratto a sorte o che avrà pescato dal mazzo la carta dal valore più alto. Egli mescola le carte e fa tagliare il mazzo al giocatore a sinistra. Per fare il taglio bisogna dividere il mazzo di carte e mettere la parte sotto su quella superiore. Ora il mazziere riprende il mazzo così tagliato ed inizia a distribuire le carte partendo dal giocatore a destra. Continua così fino a finire completamente tutte le carte. Può capitare che non tutti i giocatori hanno in mano lo stesso numero di carte, ma questo non influisce sulla correttezza del gioco.

Continua la lettura
46

Inizio del Domino

Il gioco del Domino ora può iniziare con il primo giocatore che si trova alla destra della persona che ha fatto il mazziere, e dovrà mostrare un cinque scoperto. Se non lo possiede deve dire "passo". Continuando sempre a destra il prossimo giocatore se pure lui non possiede un cinque deve passare altrimenti lo deve calare.

56

Continuazione del gioco del Domino

Con un cinque sulla tavola il giocatore seguente dovrà calare una carta che si avvicina il più possibile in questo caso al cinque e con lo stesso seme, al fine di formare una scaletta che va dal Re all'Asso. Oppure è possibile scartare un altro cinque che mette in moto un'altra sequenza. Non si può dire "passo" quando in mano si ha una carta giusta per proseguire o aprire il gioco.

66

Parte finale del Domino

Tra le poche regole di questo gioco c'è quella che obbliga ogni giocatore a calare sempre una carta per volta anche se si possiedono più carte valide per essere giocate. Vince chi per primo resta senza carte. Coloro che perdono dovranno calcolare una penalità che equivale alle carte che sono rimaste in mano dopo la smazzata.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Regole per giocare a Domino

Il Domino è gioco da tavolo di origini antichissime. Ideato in Cina nel 1120, arrivò in Europa solo intorno a diciottesimo secolo. Il concetto che anima questo gioco è semplice e si basa interamente su accostamenti di numeri e somme. Le regole non...
Giochi da tavolo

Come imparare a giocare a King

Giocare con le carte è molto diffuso, soprattutto in Italia ed in particolare nelle occasioni di festa (Natale e vacanze estive tra le altre). Può anche capitare di voler giocare a carte con gli amici, per passare il tempo divertendosi e allenando,...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Domino

Il gioco del domino è nato in Cina, intorno al 1100, grazie alla fantasia di uno statista cinese, il quale lo donò poi in regalo all'allora imperatore. In Italia sarebbe arrivato inizialmente a Venezia e poi diffusosi in tutta la penisola e in tutta...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Domino a carte

Le carte sono amate da tutti: piccoli, grandi e anziani perché sono facilmente trasportabili, si possono utilizzare ovunque e con esse si possono svolgere tantissimi giochi differenti. Uno di questi è il domino, delle semplici scale di carte il cui...
Giochi da tavolo

Come giocare a Domino

Quando non si sa come passare il proprio tempo libero, spesso si sceglie di sprecare quest'ultimo magari davanti alla televisione. Un ottimo modo di impiegare in maniera divertente il proprio tempo a disposizione, sarebbe quello di giocare a qualche gioco,...
Giochi da tavolo

I 5 giochi da tavolo da fare con bambini dai 3 ai 6 anni

Da almeno due decenni i giochi dei bambini sono sempre più solitari. Tra videogame sempre più realistici e sfide virtuali si assiste ad un costante cambiamento nei rapporti con i piccoli e tra di loro stessi. Il genitore ha di fronte a sè un bambino...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Mahjong

Mahjong è un gioco da tavolo nato in Cina intorno al 1800, oggi è diffuso in tutto il mondo. Si pensa che derivi da un celebre gioco di carte diffuso nel periodo della dinastia Ming. Lo scopo del gioco è quello di creare tutte le combinazioni possibili...
PC

Come si gioca lo scopone a due giocatori

Tra i giochi più antichi ma sempre di moda e molto amati da adulti e piccini, si annoverano i giochi con le carte. Alcuni esempi di questi giochi sono: il gioco della briscola, il tresette, la scopa e una sua particolare variante, lo scopone scientifico....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.