Le regole del gioco di carte cucù

di Antonello Motta tramite: O2O difficoltà: media

In questa guida potrete avere utili informazioni sulle regole del gioco di carte cucù. Esso, viene spesso proposto quando si è in tante persone, durante le feste di Natale. Possono partecipare tantissime persone, per un numero di giocatori che vanno da un minimo di 2 ed un massimo di 20. Il mazzo di carte previsto deve avere quaranta carte in cui vi è la suddivisione classica nei diversi tipi di semi. Può essere indicata la classificazione italiana oppure quella francese. Attraverso questo articolo avrete la possibilità di apprendere con facilità le regole di base di tale gioco.

Assicurati di avere a portata di mano: Mazzo di carte

1 Introduzione al gioco Per prima cosa bisogna ricordare che esiste un punteggio che parte da 1 e arriva fino a 10. Questa scala viene indicata in corrispondenza della singola carta. Per esempio il Re ha valore uguale a dieci.
Se siete in compagnia, in cui sono presenti meno di venti persone potete impiegare un solo tipo di mazzo. Nel caso il numero superasse il valore soglia, dovrete impiegarne anche un secondo.
Il primo passo sarà quello di definire un mazziere. La persona che avrà la seconda carta o la decima di quadri (oppure denari) avrà questo ruolo durante la partita.

2 Ordine e mazziere Colui che si trova alla sinistra del mazziere dovrà tagliare la pila di carte, ricordando di mescolare bene il tutto. A questo punto si comincerà con la distribuzione di una singola carta a tutti i partecipanti. Le tessere rimanenti dovranno essere invece coperte. Bisogna ricordare che il senso e l'ordine in cui avverrà l'intera partita sarà esclusivamente in senso antiorario.
Di conseguenza il giocatore a destra del mazziere decreterà l'inizio del gioco stesso.

Continua la lettura

3 Scambi di carte e punteggio La decisione di tenere o lasciare la tessera alla persona collocata alla destra di ciascun membro è in realtà l'anima della regola stessa.  Ciascun partecipante però è costretto ad accettare lo scambio a meno che non abbia un Re.  Approfondimento Regole per giocare a UNO (clicca qui) Se ci si trova in questa situazione deve essere rivelata la figura e si potrà annullare lo scambio.  Alla fine del giro vengono rivelate tutte le carte e viene eliminato chi ottiene un punteggio più basso.  Questo gioco è adatto per tutti, grandi e piccoli.  Non risulta particolarmente complicato da comprendere.  Il vincitore della partita è colui che rimane, tenendo conto che tutti gli altri sono stati precedentemente esclusi.  Attraverso questa guida avrete imparato in maniera semplice e senza particolari difficoltà come apprendere le regole di base di "Cucù", chiamato anche comunemente come "Passa l'Asso".

Come giocare a cucù Giocare a carte, non solo nel periodo festivo, è un hobby ... continua » Regole per giocare a Sette e mezzo Per trascorrere una serata in amicizia e in modo spensierato il ... continua » Regole per giocare a Ramino Di origine anglosassone, il ramino è un gioco di carte che ... continua » Come si gioca a sette e mezzo con le carte napoletane Quando si è in compagnia di amici o parenti, per riscaldare ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come Giocare A Massino

Quasi sicuramente, avrete sentito parlare di un gioco praticato con le carte: il massino. È un tipo di gioco diffuso solo nell'Italia settentrionale caratterizzato ... continua »

Come giocare a Piquet

Avete presente il gioco Piquet? No? Allora dovete assolutamente conoscerlo! In questo articolo vedremo proprio di cosa si tratta.Piquet, chiamato anche Picchetto, è un ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.