Le 5 regole per giocare ad Uno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Uno è un gioco di carte adatto a tutti coloro che vogliono divertirsi senza dover passare troppo tempo a studiare le regole. Giocare a Uno è davvero molto semplice, non a caso è uno dei giochi di carte più apprezzati anche dai giovanissimi. Lo scopo del gioco è quello di rimanere per primo senza carte in mano, vediamo ora in 5 rapidi punti come riuscirci.

26

Scartare

I giocatori hanno sempre l'obbligo di scartare una carta a ogni turno. La carta deve essere dello stesso colore o dello stesso numero di quella che si trova sul banco (per esempio, se sul banco si trova un 6 giallo e in mano ho un 6 verde potrò scartarlo, così come se ho un 4 giallo).

36

Pescare

Se il giocatore non ha nessuna carta compatibile in mano, deve pescare una carta dal mazzo degli scarti e, qualora questa possa essere scartata, ha l'obbligo di farlo. In alternativa, è possibile conservare una carta in mano se non la si vuole ancora scartare, ma si è comunque obbligati a pescare e la carta conservata potrà essere scartata soltanto al turno successivo. Se nemmeno dopo aver pescato è possibile scartare, il turno passa al giocatore successivo.

Continua la lettura
46

Dire Uno!

Non appena un giocatore rimane con una sola carta in mano ha l'obbligo di dire chiaramente "Uno!" in modo da farsi sentire da tutti i concorrenti e deve farlo prima di poggiare sul banco la penultima carta che ha in mano, altrimenti rischia di incorrere in una penalità.

56

Usare le carte Azione e le carte Jolly

Per ogni colore, esistono tre tipi di carte Azione: due carte "Cambio giro", due "Stop" e due "Pesca due". La carta "Cambio giro" consente al giocatore di invertire in senso del gioco, "Stop" permette invece di far saltare il turno al giocatore successivo. La carta "Pesca due" obbliga infine il giocatore seguente a pescare due carte. A queste vanno aggiunte le carte Jolly: quattro carte "Cambio colore" e quattro carte "Pesca quattro - Cambio colore". La prima può essere utilizzata in qualsiasi momento del gioco e consente di scegliere un colore a piacimento. Al contrario, la seconda può essere giocata soltanto qualora il giocatore non abbia in mano nessun'altra carta da poter scartare e, oltre a permettere di cambiare il colore attuale, obbliga il giocatore successivo a pescare quattro carte e a saltare il turno.

66

Non incorrere nelle penalità

Se il giocatore dimentica di dire "Uno!" con una sola carta in mano e un altro giocatore se ne accorge entro il turno successivo, è obbligato a pescare due carte come penalità. Qualora un giocatore venga sorpreso a utilizzare un Jolly "Pesca quattro - Cambio colore" pur avendo altre carte compatibili in mano, deve pescare quattro carte dal mazzo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare alla variante di Burraco 4 in 2

Il Burraco sta avendo moltissimo successo, sopratutto perché è intuitivo da comprendere, ma allo stesso tempo richiede strategia e ragionamento. Le regole classiche del Burraco richiedono la presenza di 4 giocatori, ma esiste la variante che, invece,...
Giochi da tavolo

Come giocare a ramino

Durante l'estate è sempre complicato trovare passatempi durante le lunghe pause tra un bagno e l'altro. Certo ci sono i giochi da spiaggia, come il beach volley e il beach soccer. Tuttavia non tutti siamo nati per essere atleti o semplicemente preferiamo...
Giochi da tavolo

Come giocare a UNO

UNO è un gioco di carte non collezionabili che da oltre 40 anni fa divertire amici e famiglie. Il numero di giocatori varia da 2 a 10, e i mazzi sono formati da carte numerate colorate (Rosso, Blu, Giallo e Verde) e da altre carte "bonus". Queste ultime...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Solo

Solo è un gioco di carte piuttosto popolare, molto simile ad Uno nelle regole ma caratterizzato da un diverso mazzo di carte, di cui alcune simili a quelle di Uno ed alcune nuove. Le regole per giocare a Solo sono piuttosto semplici e il numero dei giocatori...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Burraco

Il Burraco è un gioco di carte nato in Italia durante gli anni Quaranta. Vengono usati due mazzi di carte francesi, Jolly inclusi, e vi partecipano solitamente due o quattro giocatori, in quest'ultimo caso vengono divisi in squadre, ma esistono anche...
Giochi da tavolo

Le regole del burraco

Il burraco è uno dei giochi di carte più diffusi e amati. Una volta memorizzate attentamente le regole, il gioco risulta fluido e divertente e si adatta perfettamente a momenti conviviali: chi non si è mai trovato nel bel mezzo di un torneo di burraco...
Giochi da tavolo

I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli

In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi che permettono all'utente di calarsi in una realtà sempre più interattiva, è facile perdere di vista il fascino dell'interazione sociale e dei tradizionali giochi che garantiscono divertimento gratuito...
Giochi da tavolo

Come studiare una strategia vincente a Uno

UNO è un gioco da tavolo con le carte oramai conosciuto da tutti; il gioco è molto semplice ed intuitivo, tanto che anche i bambini più piccoli ci giocano. Le regole sono basilari: al giocatore vengono date sette carte, che raffigurano diversi numeri...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.