Consigli per vincere a sette e mezzo

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se siete in cerca di consigli è sicuramente perché conoscete già il gioco del 7 e mezzo, versione italiana del blackjack tradizionale, dove il punteggio da ottenere e non superare è esattamente sette e mezzo. Si gioca con le carte napoletane ed ogni carta vale il punteggio rappresentato, tranne le figure che valgono mezzo punto. C'è chi pensa che "il banco vince sempre", ma non è così. Si tratta di un gioco d'azzardo (perché molto dipende dalla fortuna e non troppo dalla bravura), per quanto giocato in moltissime case e da persone rispettabili, specialmente durante le festività natalizie. Lo scopo del gioco consiste nel battere il banco, mentre il rapporto con gli altri giocatori non ha alcun valore. Andiamo ora a svelarvi qualche consiglio per poter battere il banco e vincere, sebbene non si possa parlare propriamente di trucchi (in tal caso stareste barando!).

26

Studiare il comportamento del banco

Innanzitutto, studiate bene il "banchiere", analizzate le sue mosse e cercate di capirne il comportamento di gioco. Potrebbe trattarsi del tipo "prudente" che non vuol rischiare e che si accontenta di poter vincere contro i giocatori dalle "puntate" più consistenti e nei casi in cui il suo punteggio gli permetta di vincere matematicamente. Inoltre, qualora notiate che il banchiere è inesperto o non riesce a calcolare e fare previsioni in maniera perfetta, potreste approfittarne.

36

Cambiare sempre comportamento

Non c'è da stupirsi che anche il banco studi a sua volta il vostro comportamento. Quindi, in special modo se si tratta di un esperto del gioco, evitate di comportarvi sempre alla stessa maniera. Il bluff va bene ogni tanto, ma che non diventi una regola fissa, altrimenti sarebbe come scoprire le vostre carte in anticipo, avvantaggiando il banco. I vostri occhi, infatti, possono parlare e svelare il vostro vero punteggio. Evitate atteggiamenti troppo sicuri o spavaldi, ed evitate anche l'opposto, non mostrandovi mai insicuri o rassegnati a perdere. L'atteggiamento ideale di un buon giocatore d'azzardo dovrebbe essere la più totale indifferenza ed inespressione, diventando impenetrabili ed il vostro gioco difficile da capire. Inoltre, sarà bene, ogni tanto, fare puntate consistenti, altre volte, invece, puntare meno, indipendentemente dal punteggio posseduto, così che il vostro gioco diventi imprevedibile.

Continua la lettura
46

Chiedere o non chiedere carta

Sarà bene, comunque, seguire delle piccole regole generali, fermo restando il discorso appena fatto sul rendersi imprevedibili. Di norma, con punteggi che vanno dal mezzo punto al 3, sarà necessario chiedere altre carte. Dal 4 in poi il gioco diventa più rischioso, ma a meno che non vogliate "bluffare" e sperare che il banco "sballi" (ossia superi il punteggio di 7 e mezzo), con il 4 non vincerete facilmente. Con il 5 conviene fermarsi: le possibilità di vincere non sono altissime, ma quelle di "sballare" lo sono di più. Dal 6 sarà bene fermarsi: avete buone probabilità di vincere. E ricordate che a parità di punteggio "il banco vince sempre", quindi anche con in mano un punteggio pari a 7 e mezzo, il banco potrebbe battervi ugualmente.

56

Contare le carte

Contare e ricordare le carte già uscite potrebbe facilitarvi nella decisione di rischiare o meno chiedendo altre carte. Ovviamente è un metodo abbastanza difficile e bisogna avere una grande memoria. Si tratta, infatti, di una tecnica da professionisti, ma potreste sempre fare un tentativo, specialmente se siete dotati di memoria fotografica e rapidità di calcolo. Calcolate quindi la percentuale di probabilità che possa capitarvi proprio la carta sperata o la probabilità, al contrario, di non pescare determinate carte. Tutto ciò andrà fatto in base alle carte scoperte degli altri giocatori. Ricordate, ovviamente, che il banco potrà utilizzare la stessa tecnica e con migliori risultati, grazie al fatto di giocare per ultimo e quindi conoscere il valore di un maggior numero di carte presenti a terra. Le incognite restano, in ogni caso, le carte coperte degli altri giocatori. Quindi contate e sperate: non è un modo sicuro, ma in un gioco d'azzardo non esistono sistemi sicuri!

66

Giocare per divertirsi

Un ultimo e fondamentale consiglio è quello di giocare per divertirsi: la vera vittoria sarà il piacere stesso di giocare e stare in compagnia. Non lasciate che il gioco d'azzardo diventi una mania ed evitate di mettere in gioco cifre che non siete disposti a perdere. Se vincere è l'obiettivo, anche in caso di perdita si sarà passato comunque del tempo divertendosi con gli amici. Se invece si parla di 7 e mezzo giocato online o in un casinò, la regola deve rimanere la stessa: non subire veri danni dalle perdite. Mettete al sicuro lo stipendio e limitatevi a giocare al massimo il corrispondente di un'uscita del sabato sera: se perderete non sarà così grave, mentre in caso di vittoria potreste persino offrire da bere a tutti. Buona fortuna!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Blackjack

Il blackjack è un gioco d'azzardo di carte, si gioca tra il banco che è rappresentato dal casinò, e i giocatori. Per vincere, bisogna raggiungere un punteggio più alto di quello del banco, e non superiore a ventuno, in italiano infatti, il Blackjack...
Giochi da tavolo

Come contare le carte nel Black Jack

Per tutti i giocatori d'azzardo, in questa guida cercheremo di svelare qualche trucchetto per riuscire a contare in modo preciso le carte al Black Jack. Prima però di iniziare, è doveroso fare una premessa, ossia, che al casinò contare le carte al...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a tressette

Il tressette è un gioco di carte si presume di origine romana, molto diffuso in Italia, tanto che non esistono regole universali, in quanto variano da paese a paese. Per giocare occorre un mazzo di 40 carte, i giocatori possono essere da 2 a 4 oppure...
iPhone e iPad

I migliori trucchi per vincere a Ruzzle

I possessori di smartphone avranno giocato almeno una volta nella loro vita a Ruzzle. Quest'ultimo è un gioco molto popolare, creata dagli sviluppatori della casa svedese Mag Interactive. Lo scopo di questa guida è quello di fornire al giocatore dei...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a scala 40

Scala 40 è un gioco di origine ungherese, derivato dal ramino e famoso a livello mondiale, considerato ormai classico, in cui si usano due mazzi da 52 carte più jolly.Si inizia con la distribuzione di 13 carte per giocatore e l'apertura del "pozzo degli...
Giochi da tavolo

7 trucchi per vincere a Sette e mezzo

Pandoro, luci, calore, atmosfera. Non c'è niente di meglio del Natale. Ma che Natale può essere, senza i giochi di carte? Uno dei più apprezzati durante le feste natalizie è il 7 e mezzo. Si può giocare con il mazzo da 40 carte napoletane ma può...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere al Gioco delle Pulci

Il Gioco delle Pulci, da sempre ha affascinato il pubblico di tutto il mondo. Di origini molto antiche, questo gioco, è stato capace di arrivare fino ai nostri giorni rendendosi protagonista di nuovi divertimenti tra piccoli e anche grandi. Tuttavia,...
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a Scarabeo

Il gioco Scarabeo è l'adattamento in lingua italiana del famoso gioco Scrabble. Tra i pi apprezzati giochi da tavolo, lo scarabeo è in alcuni paesi un gioco preso molto seriamente, al pari degli scacchi. Nello scarabeo viene usato un tabellone dove...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.