Come si gioca a sette e mezzo con le carte napoletane

di Alessandro Spasiano tramite: O2O difficoltà: facile

Quando si è in compagnia di amici o parenti, per riscaldare ancora di più la serata, molto spesso si decide di dedicarsi ad un gioco da tavolo. Il sette e mezzo ne rappresenta uno dei più popolari. Questo gioco ha un suo meccanismo base e delle regole che devono essere rispettate e che non tutti conoscono. Vediamo insieme come si gioca a sette e mezzo con le carte napoletane.

Assicurati di avere a portata di mano: Un mazzo di carte napoletane.

1 L'inizio del gioco è scandito dalla scelta di chi svolgerà il ruolo del mazziere. Essa si effettua sorteggiando tra i giocatori. La sorte sarà stabilita in base alla carta più alta che verrà pescata a caso dal mazzo. Chi la possiede diventerà il mazziere. A questo punto, il mazziere distribuisce una carta coperta a ciascun giocatore, prima a quello alla sua destra per poi procedere in senso antiorario. I giocatori, dopo aver visionato la loro carta, effettuano la puntata, posando la somma corrispondente sopra la carta coperta.

2 Il punteggio di ciascun giocatore si calcola facendo la somma dei punti di tutte le carte che possiede. Le carte dall'asso al sette valgono quanto il loro valore numerico. Le figure valgono mezzo punto. Il Re di Denari può assumere il punteggio di una qualsiasi altra carta a scelta del giocatore che lo possiede. Se un giocatore sballa o realizza sette e mezzo deve comunicarlo subito scoprendo anche la prima carta ricevuta. Quando si sballa, la puntata viene subito ritirata dal banco, negli altri casi il turno passa al giocatore successivo. Quando tutti hanno fatto il loro gioco, il mazziere scopre la sua carta e decide se prenderne altre.

Continua la lettura

3 Il mazziere, oltre alla somma puntata da tutti i giocatori che hanno sballato, riscuote anche quella di chi ottiene un punteggio inferiore o uguale al suo e paga, alla pari, le puntate dei giocatori che superano il suo punteggio.  Il giocatore che realizza sette e mezzo con due sole carte, riceve dal banco una somma pari al doppio della posta.  Approfondimento Come Giocare A Stuppa Con Le Carte Napoletane (clicca qui)
Se il mazziere realizza il sette e mezzo legittimo, riscuote una posta doppia da tutti i giocatori (esclusi quelli che hanno fatto a loro volta sette e mezzo legittimo e quelli che hanno sballato).  Chi realizza il sette e mezzo legittimo, acquista invece il diritto di diventare mazziere, in caso contrario, il mazziere tiene il banco fino all'esaurimento delle carte del mazzo, dopodiché il banco passa al giocatore seduto alla sua destra.  Se più giocatori fanno sette e mezzo legittimo, il banco passerà al giocatore seduto più vicino alla destra del mazziere.

I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi ... continua » Come giocare ad asso che fugge Con tale tutorial, vi spiegheremo nei passaggi seguenti di tale tutorial ... continua » Come Giocare A Massino Quasi sicuramente, avrete sentito parlare di un gioco praticato con le ... continua » Come giocare ad asso che fugge Le carte da gioco sono delle particolari tessere che normalmente hanno ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come giocare a pinella

Nei momenti più piacevoli della giornata ci si ritrova in famiglia o circondati dagli amici. Tra una chiacchierata e un aperitivo, spesso si esce il ... continua »

Come giocare a UNO

UNO è un gioco di carte non collezionabili che da oltre 40 anni fa divertire amici e famiglie. Il numero di giocatori varia da 2 ... continua »

Regole per giocare a Scopa

Ci sono giochi classici, cosiddetti popolari e prettamente italiani, che non passano mai di moda e sono sempre molto amati da gente di tutte le ... continua »

Come giocare a Mariglia

La Mariglia è un gioco di carte molto conosciuto e diffuso in Sardegna, tanto che da alcuni anni si organizzano dei veri e propri tornei ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.