Come si gioca a Carcassonne

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

Carcassonne è un gioco da tavolo che prende il nome dall'omonima città della Francia famosa per le sue mura e le sue fortificazioni ed ambientato in epoca medievale. Lo scopo del gioco sarà quello di ricreare dei paesaggi medievali attraverso delle tessere. Carcassonne è un gioco semplice e veloce ed adatto a tutta la famiglia. In questa guida andremo a vedere come si gioca.

28

Occorrente

  • Carcassonne
38

Il gioco

Il gioco è formato da 71 tessere di forma quadrata rappresentanti ognuna una parte di paesaggio medievale differente. Avremo parti di città racchiuse dalle mura, campi coltivati, monasteri e parti differenti di strade. Abbiamo anche 40 pedine seguaci che andranno posizionate sulle terre durante lo svolgimento del gioco. Prima di iniziare a giocare bisognerà mischiare le tessere e disporle a forma di mazzo.

48

Regole

All'inizio di ogni turno un giocatore pescherà la prima tessera dal mazzo. Queste andranno man mano disposte in modo coerente rispetto alle altre, proseguendo eventuali strade o mura cittadine. I giocatori potranno poi posizionare una pedina seguace su di una tessera per reclamare la proprietà di quel terreno.

Continua la lettura
58

I seguaci

Un seguace non può essere posizionato su un terreno controllato già da un altro giocatore e se due giocatori si contendono lo stesso terreno avrà la meglio il seguace più adatto a conquistarlo. Ad esempio un monaco sarà più adatto ad una tessera monastero rispetto ad un ladro, un ladro avrà la meglio su una tessera strada come un cavaliere su una città o un contadino su un campo.

68

Costruzione

Per costruire il paesaggio è importante che ogni componente di esso sia completo. Una città per essere completa deve avere le mura formanti una figura chiusa, un monastero deve essere circondato da 8 tessere puntanti in direzioni diverse mentre le strade saranno complete se in entrambe le direzioni conducono in città, monasteri oppure incroci. Il punteggio viene stabilito in base alla lunghezza delle strade o la grandezza delle città e dei monasteri.

78

Punteggi e vittoria

Il punteggio viene stabilito in base agli elementi del paesaggio completati. Una città vale un punto per ogni sua tessera più dei punti bonus se è presente uno scudo. Un monastero fornisce un punto per ogni tessera che lo circonda fino ad arrivare ad un punteggio massimo di 9 punti. Le strade valgono 1 punto per ogni tessera che le compone mentre i campi, che verranno conteggiati per ultimi, hanno un valore variabile in base alle città complete raggiunti da essi. Vincerà il giocatore che completerà il maggior numero di elementi guadagnando così il maggior numero di punti finale.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Ottimizzare l'utilizzo dei seguaci, programmare una strategia vincente

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a Cacao

Cacao è un gioco davvero semplice e divertente, adatto a tutta la famiglia. Ha regole lineari e una grafica simpatica. Proporlo per divertirsi con gli amici ci farà fare senza dubbio un gran figurone. Nato nel 2010 e pubblicato in Germania da Abacus...
Giochi da tavolo

Come giocare a Carcassone

Carcassone è un simpatico gioco da tavolo tedesco che prende il nome dall'omonima città francese. In questa guida vedremo come giocare e le principali regole. In un contesto medievale ogni giocatore costruisce edifici, città e strade e guadagna punti...
Giochi da tavolo

Come giocare a Il Verme è tratto

Spesso quando ci si trova in compagnia, si vanno a spolverare tutti quei giochi, ormai abbandonati da tempo, in particolare i giochi da tavolo, che sicuramente saranno stipati in qualche angolo buio della casa, abbandonati e impolverati. In questa guida,...
Giochi da tavolo

Come giocare a Il Piccolo Principe

I giochi da tavolo sono la soluzione migliore per intrattenere i bambini. Evitando di lasciarli davanti alla TV, possiamo insegnare loro tante cose attraverso il gioco. Ovviamente dobbiamo scegliere strumenti ludici in linea con la fascia d'età in questione,...
Giochi da tavolo

Come giocare a Domino

Quando non si sa come passare il proprio tempo libero, spesso si sceglie di sprecare quest'ultimo magari davanti alla televisione. Un ottimo modo di impiegare in maniera divertente il proprio tempo a disposizione, sarebbe quello di giocare a qualche gioco,...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Mahjong

Mahjong è un gioco da tavolo nato in Cina intorno al 1800, oggi è diffuso in tutto il mondo. Si pensa che derivi da un celebre gioco di carte diffuso nel periodo della dinastia Ming. Lo scopo del gioco è quello di creare tutte le combinazioni possibili...
Giochi da tavolo

Regole per giocare a Scarabeo

Avete mai giocato a Scarabeo? Scarabeo è la versione italiana del gioco americano Scrabble, inventato negli anni trenta, da cui si differenzia per alcune varianti. In Italia il gioco è arrivato invece nel 1963, distribuito all' epoca da Editrice Giochi....
Giochi da tavolo

Come giocare a Bruges

Bruges è un gioco da tavola intrigante ed istruttivo che sicuramente piacerá a coloro che amano sperimentare le proprie capacitá tattiche e strategiche. Il gioco è ambientato in Belgio, nel XV secolo. La prima borsa apre le contrattazioni e tutta...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.