Come giocare alla variante di Burraco 4 in 2

di Gaia Benfante tramite: O2O difficoltà: media

Il Burraco sta avendo moltissimo successo, sopratutto perché è intuitivo da comprendere, ma allo stesso tempo richiede strategia e ragionamento. Le regole classiche del Burraco richiedono la presenza di 4 giocatori, ma esiste la variante che, invece, ne prevede solamente 2. A Burraco usualmente si formano delle pile verticali, a scalare, ovvero dalla carta più alta a quella più bassa. Ecco allora che in questa guida vedremo le regole base su come giocare alla variante di Burraco 4 in 2 giocatori.

Assicurati di avere a portata di mano: 2 Mazzi di carte Tavolo da gioco

1 Preparazione del gioco Per giocare a Burraco in 2 giocatori, gli stessi dovranno sedersi uno di fronte all'altro, e per forza di cose non avranno la possibilità di consultarsi con il proprio compagno per mettere in atto eventuali strategie. Questo fa sí che questa variante a 2 del gioco di Burraco, risulti più veloce nell'esecuzione ma anche più cadenzata rispetto alla versione classica a 4. Per iniziare, entrambi i giocatori pescheranno una carta dal mazzo, la più alta da diritto a giocare il turno per primo. L'altro giocatore avrà invece il compito di fare il mazzo, mischiando le carte e distribuendone 11 a testa, prendendo le carte una ad una da sotto il mazzo che ha in mano. Conclusa questa fase, il mazziere dovrà distribuire altre 11 carte che andranno a formare il secondo mazzo, chiamato anche pozzetto, che entrerà in gioco nella seconda fase di Burraco. Il mazzo di carte rimasto verrà posizionarlo al centro dei due giocatori (si chiamerà tallone), e si dovrà girare la prima carta. Quella carta formerà il pozzetto degli scarti.

2 Prima fase di gioco Il giocatore per prima cosa dovrà decidere se pescare dal tallone o dal pozzetto degli scarti. Se opta per la seconda opzione, dovrà prenderle tutte le carte in esso presenti. Siccome lo scopo del gioco è liberarsi delle 11 carte che ha in mano, potrà decidere se iniziare a giocare o passare il turno scartando una carta che ha in mano. La composizione tipica minima è pari a 3 carte. Esistono due tipologie di composizioni: le combinazioni e le sequenze.

Guarda il video:

Continua la lettura

3 Combinazioni e sequenze Le combinazioni sono le carte che hanno lo stesso valore numerico, ovvero un tris di assi o di 9.  Le sequenze sono invece le scale.  Approfondimento Le regole del burraco (clicca qui) Come per altri giochi, all'interno della scala l'asso può essere sia la carta più alta che quella più bassa.  Non è possibile creare, per esempio, la combinazione Q-K-A-2-3 e via dicendo, ma solamente J-Q-K-A oppure A-2-3-4.  Non è necessario creare un punteggio per aprire il gioco, ma l'unico vincolo è riuscire a posizionare almeno 3 carte con combinazione o sequenza.  Nel classico gioco a 4 il giocatore, nel suo turno, può anche posizionare delle proprie carte sul tavolo da gioco del suo compagno.  Nella variante di Burraco a due, ciò non è possibile.

4 Uso dei jolly e dei 2 In Burraco, ci sono le 'matte' ovvero i Jolly ed i 2 (denominati anche pinelle). Queste tipologie di carte possono sostituire qualsiasi carta presente nel gioco ed aiutano il giocatore a formare più velocemente delle combinazioni o sequenze. In ogni composizione di carte, è possibile usare solamente un Jolly o un 2, e non più di uno. Per esempio: 2-9-10 oppure 4-Jolly-6.
Una regola particolare riguarda l'uso del 2. Se per esempio si tratta di un 2 di fiori, se lo stesso viene inserito nella sua posizione naturale, ovvero prima del 3 di fiori, allora non è più una 'matta' ma una carta normale, perciò in quella stessa composizione si potrà usare un Jolly o un altro 2.
Attenzione! La 'matta' non potrà essere spostata in altre composizioni, e solamente la carta naturale potrà sostituirla.

5 Chiusura del proprio turno Quando il giocatore ha concluso le proprie combinazioni o sequenze potrà scartare una carta scoperta che posizionerà nel pozzetto degli scarti. Le regole di Burraco prevedono che se il giocatore all'inizio del turno ha pescato solamente una carta dal pozzetto degli scarti (ad esempio un 3 di cuori), la stessa carta non potrà essere nuovamente scartata nello stesso turno, ma il giocatore dovrà quindi scartare obbligatoriamente una carta differente. A questo punto il turno si conclude e passa al giocatore avversario.

6 Inizio della seconda fase di gioco Appena si riescono a posizionare tutte le 11 carte che il giocatore ha in mano, può prendere il secondo mazzetto. In questo caso, se il giocatore non ha ancora scartato la carta, il suo turno ancora non si è concluso, può quindi guardare il secondo mazzo ed iniziare subito ad attaccare o a creare nuove combinazioni o sequenze. In caso contrario dovrà invece attendere che l'avversario abbia concluso il suo turno prima di poter visionare il secondo mazzetto.

7 Scopo del gioco Lo scopo del gioco è molto semplice, esaurire le carte dei due mazzetti ed ovviamente fare Burraco. Per fare Burraco, bisognerà creare una combinazione o una sequenza di almeno 7 carte, carte 'matte' incluse. Ci sono 3 tipologie di Burraco: pulito, sporco e semi-pulito.
Per Burraco pulito si intende la creazione di una composizione di 7 carte senza l'utilizzo della 'matta'. Per sporco invece intendiamo l'uso del Jolly o del 2.
Il Burraco semi-pulito è l'uso della 'matta', ma con una sequenza pulita di almeno 7 carte, ad esempio: 3-2-5-6-7-8-9-10-Jack.
È possibile anche far diventare un Burraco sporco semi-pulito, o addirittura pulito se si riesce a fare la sequenza di 7 carte vicine (senza l'uso della 'matta') o addirittura a sostituire il 2 utilizzandolo come carta naturale.

8 Valore delle carte Come ogni gioco che si rispetti, anche a Burraco c'è il valore delle carte.
- 3, 4, 5, 6 e 7 valgono 5 punti
- 8, 9, 10, Jack, Q, K valgono 10 punti
- Asso vale 15 punti
- Il 2 (pinella) vale 20 punti a prescindere dal fatto che venga usato come 'matta' o come carta naturale
- Jolly vale 30 punti.

9 Conteggio dei punti base Il giocatore che ha vinto riceverà un bonus di 100 punti.
Ogni Burraco pulito vale 200 punti, quello semi-pulito vale 150 punti, mentre quello sporco vale 100 punti. I punti Burraco vengono assegnati ad entrambi i giocatori, conteggiando i Burraco che ciascuno ha prodotto.

A questi si sommano i punti negativi, ovvero la somma delle carte che l'avversario ha ancora in mano. Se lo stesso non aveva ancora preso il pozzetto, ad esse si detraggono ulteriormente -100 punti di penalità.
L'incontro termina quando, alla fine delle partite disputate, il giocatore raggiunge la somma di 2.005 punti complessivi (sommando i punti positivi a quelli negativi).

Non dimenticare mai: Puoi adottare diverse strategie evitando di posizionare subito le tue carte sul tavolo da gioco

I giochi più belli da fare con le carte francesi Le carte francesi sono tra le più conosciute ed utilizzate per ... continua » Come giocare a ramino Durante l'estate è sempre complicato trovare passatempi durante le lunghe ... continua » I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi ... continua » Regole per giocare a UNO Uno è un gioco di carte che vede i suoi albori ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come giocare ad asso che fugge

Le carte da gioco sono delle particolari tessere che normalmente hanno una forma rettangolare di cartoncino plastificato, che vengono utilizzate per effettuare moltissimi giochi di ... continua »

Come giocare a UNO

UNO è un gioco di carte non collezionabili che da oltre 40 anni fa divertire amici e famiglie. Il numero di giocatori varia da 2 ... continua »

Come giocare a scala 40

Scala 40 è il nome di uno dei giochi di carte più famosi e conosciuti. A livello di giocabilità, è veramente molto semplice una volta ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.