Come giocare alla Peppa Tencia

di G. M. tramite: O2O difficoltà: facile

Molti di noi sono appassionati fin da piccoli dal gioco delle carte, sono moltissime le tecniche e le modalità di gioco conosciute. Spesso ci si avvicina alle carte osservando i nonni o i parenti più anziani, catturandone tutti i segreti per diventare degli ottimi giocatori. Se anche voi siete appassionati del gioco della Peppa Tencia, non vi resta che proseguire nella lettura di questa guida, in cui vi spiegherò come giocare nel migliore dei modi. Il gioco è davvero semplice da imparare e anche da spiegare, ma rimane uno dei più divertenti e sono sicura che animerà le vostre serate in compagnia, oltre ai raduni di famiglia.

Assicurati di avere a portata di mano: mazzo da 52 carte

1 Per prima cosa è bene precisare che il numero minimo di partecipanti che richiede questo gioco è sei, mentre non vi è un numero particolare per il massimo. Dovete togliere da un mazzo da 52 carte tre donne, facendo ben attenzione a lasciare quella di picche. Il mazziere darà a questo punto le carte seguendo un verso orario. I giocatori dovranno poi scartare le carte dello stesso valore che hanno nel proprio mazzo, indipendentemente se siano di semi diversi.

2 A questo punto, il giocatore alla sinistra del mazziere porge le sue carte, coperte e aperte a ventaglio, mostrandole al giocatore seduto alla sua sinistra. Questi ne dovrà pescare una, qualora la carta pescata permetta la formazione di una coppia con le carte che ha in mano, dovrà scartarle, altrimenti terrà la carta pescata insieme alle altre. Come il primo giocatore, porgerà nello stesso modo le sue carte coperte alla persona alla sua sinistra, permettendogli di scegliere una delle carte. Questo procedimento dovrà ripetersi per tutti i partecipanti al gioco, finché non si sarà concluso il giro.

Continua la lettura

3 Essendo la donna di picche l'unica carta che sarà impossibile da accoppiare, e dunque scartare, il giocatore che si ritroverà questa carta in mano dovrà fare in modo di non far capire nulla agli altri giocatori, così da potersene liberare più facilmente.  Il vincitore del gioco sarà colui che rimarrà senza carte in mano perché le avrà scartate tutte accoppiandole tra di loro.  Approfondimento Regole per giocare a UNO (clicca qui) Colui che ne uscirà perdente sarà invece quello che si ritroverà tra le mani la donna di picche.  Come avete potuto notare il gioco è molto semplice, non richiede tecniche o accorgimenti particolari se non quello della totale indifferenza quando si ha la carta "avvelenata" in mano, in modo da non far insospettire i compagni di gioco.

Come giocare a scala 40 Scala 40 è il nome di uno dei giochi di carte ... continua » Come giocare a UNO UNO è un gioco di carte non collezionabili che da oltre ... continua » Regole per giocare a Pinnacolo Pinnacolo è un gioco di carte diffusosi negli anni '30 in ... continua » Come si gioca a Macchiavelli Il Macchiavelli è un gioco di carte da tavolo molto popolare ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

Come giocare a Solo

Tra i giochi più divertenti dell'estate, ne spicca uno in particolare che ha riscosso un numero di consensi sempre maggiore. Si tratta di Solo ... continua »

Le regole del bridge

Il bridge è un gioco di carte in cui quattro giocatori, i quali formano due coppie contrapposte, si sfidano per raggiungere un punteggio variabile, a ... continua »

Come giocare a bridge

Il bridge è un gioco di carte diffuso a livello internazionale. Per questa attività si organizzano tornei nazionali ed internazionali in cui l'Italia ha ... continua »

Come giocare ad Assassino

Assassino è un gioco di carte molto divertente che si basa sulla prontezza d'animo e sullo spirito d'osservazione. Anche se si svolge materialmente ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.