Come giocare ad Alta tensione

di Marta Tadolti tramite: O2O difficoltà: media

"Alta Tensione" è un gioco da tavolo di origini tedesche, che arrivato in Italia ha riscosso un buon successo di pubblico ed è ad oggi arrivato alla sua seconda edizione. Si tratta di un gioco comunitario divertente, leggero, ottimo per passare del tempo con amici e parenti ma, come indica il nome stesso, è un gioco anche di attenzione e di adrenalina, dove farsi furbi e prestare molta attenzione alle mosse degli altri giocatori.

1 Ambientazione e scopo del gioco Alta Tensione In questo gioco da tavolo ognuno dei giocatori possiede una compagnia elettrica, che si occupa di fornire energia elettrica e di rivenderla, servendosi delle varie centrali in proprio possesso. La rete di centrali elettriche e di città da alimentare tramite energia, è in continua crescita e, di conseguenza, pone delle continue sfide ai giocatori. Perciò il vincitore sarà colui che sarà in grado di rifornire il maggior numero di città possibili, senza essere in carenza di energia elettrica. Se dovesse esserci un pareggio, vincerà il giocatore con la maggior quantità di denaro in proprio possesso o, in alternativa, il giocatore che avrà alimentato il maggior numero di città nell'ultimo turno.

2 Regole di Alta Tensione Ogni giocatore dovrà cercare di connettere tra loro il maggior numero di città possibili e da questa capacità di connessione dipenderà anche l'ordine del turno per ogni lancio. Da qui comincia l'asta per aggiudicarsi le centrali elettriche, che vedrà un climax di offerte crescenti, a partire dall'offerta del primo giocatore, che dovrà essere di valore pari o superiore al valore effettivamente dichiaro della centrale. Ma come alimentare le centrali elettriche? Per i giocatori è possibile acquistare i combustibili atti al funzionamento della centrale, ma il valore di acquisto delle risorse aumenta con l'andare avanti del turbo. Ancora una volta seguendo l'ordine di lancio, i giocatori possono costruire delle città e potranno così espandersi di turno in turno.

Continua la lettura

3 Campionati di Alta Tensione Se pensate che Alta Tensione sia solo un gioco da salotto da fare nei tempi morti e restando con un occhio semi-chiuso e l'altro semi-aperto causa sonno, dobbiamo dirvi che vi sbagliate di grosso.  Esiste un campionato italiano di Alta Tensione, di cui sono già state fatte diverse edizioni, che hanno coinvolto centinaia di appassionati giocatori provenienti da tutta la nostra penisola.  Approfondimento Regole per giocare a King of Tokyo (clicca qui)
Mettetevi alla prova con questo stimolante gioco da tavolo e, chissà, magari i prossimi vincitori del Campionato Italiano potreste essere voi!. 

I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi ... continua » I 5 giochi da tavolo più amati da sempre Soprattutto durante le giornate d'inverno più fredde, ci si ritrova ... continua » Come giocare a Scotland Yard Scotland Yard è un gioco da tavolo inventato nel 1983 e ... continua » Regole per giocare a Bridge Il Bridge è uno dei giochi di carte più popolari in ... continua »

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide

I migliori sport games

Chi non ha mai sognato di cimentarsi in un rovescio in puro stile Novak Djokovic? E chi non ha mai voluto emulare le prodezze di ... continua »

Come Giocare A Bestia

In questi giorni di festa, si intrattengono gli ospiti con giochi da tavolo e carte. Rappresentano una tradizione irrinunciabile oltre alla classica tombola. Il Sette ... continua »

Regole per giocare a Steam

“Rails to Riche” nella versione americana, noto a noi come “Steam”, è uno dei giochi da tavolo più conosciuti degli ultimi anni. Preceduto da "Age ... continua »

I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.