Come giocare a briscola in quattro

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Fra i giochi di carte più popolari del nostro paese ricordiamo la briscola. Si presume che la briscola sia nata nei Paesi Bassi e portata in Italia dai Francesi. Successivamente ha subito profonde variazioni da parte degli Italiani, tanto che è diventato proprio un altro gioco considerato prettamente italiano. Si può giocare in due o in quattro. In questa guida scopriremo come giocare a briscola in quattro.

26

Occorrente

  • Un mazzo di 40 carte
  • 4 giocatori
36

Le carte

Per avviare il gioco serve un mazzo da 40 carte: i valori delle carte che si usano vanno dall'asso fino al re compresi e, alla fine della partita, dovranno essere contati i punti. Le carte dal 2 al 7 non hanno alcun valore, il punto massimo è l'asso che vale 11, seguito dal 3 che vale 10 e dalle figure re, regina, fante, che valgono rispettivamente 4, 3, 2 punti. Il 3 e l'asso sono chiamati anche "carichi".

46

L'inizio del gioco

La briscola a quattro si gioca a coppie. Ogni giocatore si siede di fronte al suo compagno e il giro di gioco è in senso antiorario. Dovrà essere deciso il mazziere, cioè colui che mescolerà le carte e le consegnerà ai partecipanti a partire dal giocatore alla sua sinistra: sarà proprio quest'ultimo ad iniziare il gioco. Verranno date a ciascun giocatore tre carte coperte, quindi dovranno essere fatti 12 giri di distribuzione, dopodichè il mazziere prenderà la prima carta del mazzo e la metterà scoperta sul tavolo poggiandoci sopra il restante mazzo. Il seme della carta scoperta sarà per tutta la partita la briscola.

Continua la lettura
56

Il gioco

Il primo giocatore getta una carta, l'avversario o gli avversari successivi cercano di prenderla o con una carta maggiore dello stesso seme o con una briscola, anche se inferiore. Ad esempio, supponiamo che la briscola sia di coppe, se la prima carta lanciata è il 4 di bastoni e le seguenti carte sono 3 di spade, asso di denari e due di bastoni prende chi ha buttato il 4 di bastoni; se al posto del 2 di bastoni ci fosse stato un 2 di briscola (coppe in questo caso) allora avrebbe preso chi ha lanciato quest'ultima. Le coppie potranno comunicare fra loro attraverso "segni" ma non si può comunicare al primo giro!

66

I "segni"

Per quanto riguarda la comunicazione fra i giocatori, ogni carta ha un suo segno: gli occhi al cielo rappresentano il re di briscola, l'alzata di spalle la cavallo di briscola, l'occhiolino l'asso di briscola, la bocca storta il 3 di briscola, la "linguaccia" il fante di briscola, il soffio l'assenza di briscole. Questi segni sono convenzionali e possono essere decisi fra le coppie al momento della partita. All'ultimo giro, i giocatori che formano una coppia possono farsi vedere le carte. La partita verrà vinta da chi raggiunge per primo il punteggio di 61.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giochi da tavolo

Come giocare a briscola in cinque

Sapevate che la parte più antica della tradizione ludica italiana si basa sulle carte da gioco? Sono innumerevoli le occasioni in cui ci saremo trovati con degli amici intorno ad un tavolo in un pomeriggio qualunque, quando proprio non ci va di uscire,...
Giochi da tavolo

I 5 giochi di carte da insegnare ai tuoi figli

In un'era governata dalla TV, dal PC e da videogiochi che permettono all'utente di calarsi in una realtà sempre più interattiva, è facile perdere di vista il fascino dell'interazione sociale e dei tradizionali giochi che garantiscono divertimento gratuito...
Giochi da tavolo

Come giocare a Marafone Beccacino

Molti sono i giochi da tavolo utilizzando le carte, o da poker o quelle siciliane, e molti di voi non li conosceranno tutti e si limiteranno a giocare sempre ai soliti quattro giochi di carte conosciuti, che, a lungo andare, diventeranno parecchio noiosi....
Giochi da tavolo

Consigli per vincere a briscola

Uno dei giochi di carte più diffuso in Italia si chiama briscola. Le regole esistenti da seguire non sono tante, dunque si tratta di un gioco abbastanza semplice. Attraverso la briscola possiamo trascorrere dei momenti di relax, in compagnia degli amici...
Giochi da tavolo

Consigli e suggerimenti per giocare a briscola a chiamata

La Briscola "a chiamata" si presenta come una vera e propria variante della Briscola tradizionale. Il vantaggio di scegliere la versione " a chiamata" consiste nel fatto che al tavolo di gioco possono giocare 5 giocatori. Vediamo qui di seguito, alcuni...
PC

Come Giocare A Bestia

In questi giorni di festa, si intrattengono gli ospiti con giochi da tavolo e carte. Rappresentano una tradizione irrinunciabile oltre alla classica tombola. Il Sette e mezzo, il Piatto, il Gioco dell'asino o Ciuccio, l'Assassino, la Scopa, la Briscola,...
PC

Come Si Gioca A Bestia

Nella seguente guida vi illustrerò come si gioca a bestia. Bestia rappresenta un divertente gioco d'azzardo, ovviamente vietato nei luoghi pubblici. Il gioco, nacque inizialmente intorno al seicento ed aveva specifiche e determinate regole, le quali...
Giochi da tavolo

Come giocare a Cinquecento

Cinquecento è un gioco di carte molto popolare in Sicilia e in Lombardia (chiamato anche Marianna), esso si può giocare in due, tre (rimuovendo un Due dal mazzo) o quattro persone (giocando a squadre a X). Cinquecento si basa molto sul famoso gioco...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.